A pochi giorni dal Gran Premio del Bahrain, il punto di vista tecnico sul secondo weekend di gara del mondiale di F1 è affidato Kimi Raikkonen e Diego Ioverno, Race Team Manager della Scuderia Ferrari. Per Kimi, il Bahrain dello scorso anno è un bel ricordo: "Mi piace Sakhir, la pista è bella, non ci sono curve molto difficili ma completare un buon giro su questo circuito è comunque difficile. Le condizioni possono variare moltissimo a causa del vento, fa caldo a mezzogiorno e di sera fa abbastanza freddo, ma è comunque un bel posto".

Il risultato dell'anno scorso - secondo e in piena rimonta su Hamilton - non lascia a Kimi l'amaro in bocca: "Forse avrei potuto vincere, con uno o due giri in più, ma è inutile fare supposizioni. Siamo arrivati secondi e questo è tutto. Non è andata male, ma sarebbe potuta andare meglio".

Su una pista caratterizzata da grandi staccate, i piloti "lavorano" parecchio con il sistema brake-by-wire, collegato al recupero di energia: "In un mondo ideale in cui tutto funziona va bene, ma nella realtà a volte possono esserci problemi, però abbiamo un buon sistema. Girare su questo circuito è abbastanza impegnativo e alcune vetture possono avere problemi con i freni, ma se subentrano problemi dipende da come ne gestisci il raffreddamento".