Motori: ecco la stagione infinita di Sky. Un calendario più lungo, con 21 esclusive. Dal 20 marzo, via a 39 Gp di F1 e Motomondiale, live e in Hd. Copertura assoluta, evoluzione e tante novità: più di 1.000 ore in diretta, fino a 30 per ogni weekend di gara, con 2 canali dedicati: Sky Sport F1 HD e Sky Sport Motogp HD. In onda una tecnologia d'avanguardia: 2 mosaici interattivi,  funzioni straordinarie per l’analisi delle traiettorie. E una nuova realtà virtuale. I nostri Top talent: in Motogp accanto a Guido Meda il commento di Mauro Sanchini e gli interventi di Loris Capirossi. In F1, invece, l’energia di Carlo Vanzini e la competenza di Marc Gené. con le opinioni schiette di Jacques Villeneuve e l’allegria di Davide Valsecchi. Più telecamere, più analisi, più paddock, si arricchisce il racconto in diretta. E infine c'è lo Sky Racing Team VR46: impegno potenziato con 3 giovani talenti in Moto3.

 

Il Motomondiale su Sky - Il canale 208 di Sky sta per accendere i motori: inizia il Motomondiale delle grandi sfide. Sempre in diretta, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno. Circa 30 ore live per ogni weekend di gara, 550 complessive in una stagione, 160 dedicate a rubriche e magazine. Una vera rivoluzione chiamata Sky Sport MotoGP HD. MotoGP, Moto2 e Moto3, una copertura live totale e in HD per tutte le tecnologie e le modalità di offerta, tra cui tv in chiaro, pay tv, internet, mobile e Sky Go. Anche quest'anno, tutti i 18 GP in calendario saranno in diretta (10 in esclusiva), 8 di questi visibili live in chiaro anche su TV8. In particolare, il Motomondiale partirà in diretta solo su Sky, con l'esclusiva live delle prime 4 gare. Inoltre, in onda su Sky Sport MotoGP HD anche il CIV (Campionato italiano di velocità), il CEV (campionato europeo di velocità) e la Rookies Cup.

 

Tecnologia e novità del 2016 - Sarà una stagione all'insegna della tecnologia. Il primo cambiamento riguarda la trasformazione della cabina di commento della MotoGP. Da quest'anno, accanto alla passione e alla competenza di Guido Meda, ci sarà il talento di Mauro Sanchini. Ex pilota di Supersport e Superbike, Sanchini è cresciuto negli ultimi due anni al microfono Sky della Moto2 e della Moto3, rivelando da subito la sua naturale propensione per le spiegazioni e le analisi tecniche. Ormai fisso l'appuntamento con le sue disamine post gara/qualifiche/prove libere: è affidato a lui il compito di spigare pieghe e traiettorie in pista attraverso lo "Sky Touch", l'esclusivo touchscreen che permette di analizzare e confrontare la tecnica di guida dei piloti. E da quest'anno uno degli obiettivi di Sky Sport MotoGP HD sarà proprio l'ottimizzazione dei dispositivi tecnologici per la spiegazione di ciò che succede in pista. A partire dall'analisi grafica e tecnica, con un ulteriore passo in avanti nelle animazioni 3D e lo sviluppo del "Ghost", una funzione che consente di sovrapporre alla perfezione le traiettorie dei piloti, consentendo di confrontarle tra loro.


Torna anche il Capigiro, con la novità del giro a due: Loris Capirossi farà un giro di pista sul circuito del Gran Premio, spiegando a voce e attraverso le immagini di diverse telecamere posizionate sulla sua moto, tutte le caratteristiche del circuito, curva dopo curva. E da quest'anno, la possibilità del giro a due, con un secondo pilota in sella alla propria moto, ma in comunicazione con Loris.             
Senza dimenticare il mosaico interattivo in HD (per qualifiche e gare di MotoGP, e anche per le gare di Moto2 e Moto3), con 5 canali dedicati:  

•    Il canale principale con la diretta e il Testa a Testa in gara: attraverso questa funzione si possono confrontare le prestazioni di tre piloti a scelta in tempo reale;  
•    La funzione On Board permette di vivere ogni giro dal punto di vista del pilota. E con il doppio audio dolby 5.1 si può scegliere tra il canale audio principale con surround e commento in italiano, e un secondo canale audio per sperimentare i suoni originali della gara;
•    Con la Fly View, si può seguire tutto il GP ripreso dall’elicottero;
•    Il canale dei tempi consente di verificare in un’unica schermata i distacchi tra i piloti, il loro tempo sul giro precedente e gli intermedi su quello in corso;
•    Race Control: 4 schermate in una per seguire la gara, L'On Board Mix, i tempi e la Fly view.

 

Crescita record - Sky Sport MotoGP HD continua a essere uno dei canali più visti di Sky nei weekend di gara, con un pubblico sempre più giovane: il 65% è tra i 15 e i 54 anni. Più giovane, ma anche più appassionato: nel 2015 oltre 1 milione e 600 mila persone hanno scelto di sintonizzarsi almeno una volta sul canale nei fine settimana di GP.
La permanenza è record, con il  76% per le gare di MotoGP, il 47% per quelle di Moto 2 e il 55% per quelle della Moto3. Per la MotoGP, la media è di oltre 940 mila spettatori per ogni gara, con un +56% rispetto al 2014.
Il record dei record va alla gara di MotoGP più seguita di sempre in tv: la finale del GP di Valencia 2015, con circa 10 milioni di spettatori tra pay tv e canale in chiaro. Ottimi risultati anche per i post gara, con un pubblico che raddoppia: si registra una crescita del 114%. Tra questi, in evidenza il record di oltre 1 milione di spettatori medi per il post dell'ultimo GP di Valencia, con il 5,69% di share e 2 milioni 160 mila spettatori unici.
Anche la Moto3 ha segnato nel 2015 il suo migliore risultato assoluto: oltre 200 mila spettatori per il GP di Gran Bretagna. A ciò si aggiunge Sky Go, che quest’anno ha raccolto circa 300 mila utenti unici.

 

La squadra - Il team del racconto di Sky Sport MotoGP HD è pronto a fare il pieno di adrenalina. MotoGP, Moto2, Moto3: ogni classe avrà la sua voce. Circa 25 persone impegnate in pista ogni fine settimana di GP e altre 15 al lavoro da Milano.

 

La cabina di commento - Tra le costanti della MotoGP c'è la straordinaria capacità di racconto, analisi e interpretazione di Guido Meda, che torna a commentare le grandi sfide della top class insieme a Mauro Sanchini. Zoran Filicic continuerà a raccontare le gare della Moto3 (e le prime tre sessioni di prove libere della MotoGP) insieme a Mauro Sanchini, mentre in Moto2 avrà al suo fianco Roberto Locatelli, campione del mondo 125 nel 2000.

 

Conduzione, box e nuove rubriche - Nei paddock di tutto il mondo torna la freschezza e la competenza di Irene Saderini, conduttrice dei weekend di gara su Sky Sport MotoGP HD. Sarà lei a introdurre e a commentare insieme ai suoi ospiti prove libere, qualifiche e gare negli appuntamenti con i "Paddock Live". E in occasione delle tappe europee, lo farà dallo Sky Truck, lo splendido e panoramico studio mobile con vista sul circuito. Grazie a un accordo con Dorna, non mancheranno interventi e analisi di Loris Capirossi. Torna la competenza e il garbo dei due inviati ai box Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti. Con un'esperienza di 40 anni alle spalle, intensifica il suo ruolo di opinionista Paolo Beltramo, amatissimo dal pubblico. Curerà una nuova rubrica dedicata ai grandi del passato e del presente della MotoGP. Con il suo calore, la sua umanità e i suoi aneddoti vissuti in prima persona, racconterà schegge di storia del Motomondiale e dei suoi personaggi.       
Riapre anche lo studio di "Race Anatomy", dove Davide Camicioli farà la radiografia dei Gran Premi ogni domenica dopo i GP (alle 19.00 in occasione delle tappe europee). Con lui in studio Paolo Lorenzi, Loris Reggiani, Giulio Bernardelle, Paolo Beltramo e Carlo Florenzano.
Oltre a "Race Anatomy MotoGP", sul canale 208 in onda tante altre rubriche, tra cui "Fever", "Fast Track", “Passione MotoGP", "Top Riders", "Storie di GP", "The test", "Legends" e "Paddock Pass". Per ogni tappa del Motomondiale, regia di Carlo Pizzo e coordinamento live di Francesca Zambon. Per Sky Sport24 HD, Antonio Boselli e Marta Abiye. Il project leader del canale Sky Sport MotoGP HD è Massimo Battiston.

La nuova stagione dei motori