Mentre una parte della carovana Sky Racing Team VR46 è già a Jerez de la Frontera per affrontare la tre-giorni di Test IRTA ufficiali che scatterà nella giornata di mercoledì 2 marzo, intanto all'Autodromo di Franciacorta sono stati presentati ufficialmente i programmi sportivi della stagione di Sky, per lo Sky Racing Team erano presenti i piloti Romano Fenati, Andrea Migno, Nicolò Bulega ed il Team Manager Pablo Nieto. Prima di concentrarsi sulla stagione 2016 che scatterà il 20 marzo in Qatar per concludersi a Valencia il 13 novembre con la novità Austria a ferragosto, i tre portacolori della scuderia di Sky si dichiarano molto orgogliosi di far parte della "Miglior fucina di talenti che ci sia in Italia", creata con il progetto intrapreso nel 2014 per volontà di Sky e della VR46 di Valentino Rossi.

 

D'altronde lo Sky Racing Team VR46 è tuttora la realtà italiana più vincente della Moto3. "Siamo una famiglia allargata", dice Alessio 'Uccio' Salucci, responsabile della VR46 Riders Academy. "La cosa bella di questa nuova stagione è che dalla scorso anno non è cambiato nulla: ora siamo una squadra sicuramente più affiatata. Anche la moto, la KTM, ha solo qualche dettaglio in più dello scorso anno, ma resta praticamente la medesima", eccezion fatta per qualche piccolo cambiamento estetico nella livrea, arricchita di bianco. In tre alla partenza, non sarà facile gestirli. "Finora hanno fatto solo due test, per questo vanno d'amore e d'accordo", scherza Salucci, "poi vediamo che succede! Quest'anno non vorrei essere nei panni di Pablo Nieto. Personalmente l'ho visto in MotoGP con la convivenza certamente non facile tra Rossi e Lorenzo".

 

Nuovo ingresso nella scuderia di Sky, il 2016 rappresenterà per Nicolò Bulega l'esordio a tempo pieno nel Motomondiale. "Non sono preoccupato", afferma il sedicenne pilota di San Clemente, "farò tesoro dell'esperienza dei miei compagni di squadra, loro mi saranno certamente d'aiuto". Per Romano Fenati, al terzo anno con lo Sky Racing Team VR46, il feeling con squadra e moto è straordinario. "La nuova KTM presenta soltanto qualche piccola miglioria rispetto al passato. Nei Test a Valencia siamo andati molto bene, a Jerez meno, ma per puntare in alto nel Mondiale Moto3 bisogna sempre essere al massimo. Ora so che possiamo metterci in testa di lottare davvero per il titolo, quest'anno", conclude il pilota ascolano.

 

Pronti a partire, i tre alfieri del progetto Sky-VR46 si dichiarano uno per tutti, tutti per uno, senza tuttavia scommettere su cosa potrebbe succedere in pista se si trovassero a stretto contatto in un momento decisivo. "Quando inizieremo a lottare tra di noi là davanti l'amicizia si trasformerà in una sana rivalità e competizione, ne sono certo", ha ammesso Andrea Migno, al secondo anno con lo Sky Racing Team VR46.

La nuova stagione dei motori