Tre su tre: i Test IRTA ufficiali del Mondiale Moto3 andati in scena a Jerez de la Frontera vanno in archivio con sempre lo Sky Racing Team VR46 al comando della graduatoria. Se ieri Romano Fenati era stato il più veloce con l'1'46"445 che lo proietta in cima alla classifica riepilogativa dei tre-giorni, dopo il miglior tempo siglato mercoledì Nicolò Bulega oggi si è ripetuto con un gran giro in 1'46"539, il più veloce di una conclusiva giornata di prove che ha riproposto tutte e tre le KTM della scuderia di Sky nella top-10 grazie ad Andrea Migno, 9° assoluto.

 

Bis di Nicolò Bulega - Davanti a tutti oggi, terzo nella graduatoria combinata dei tre giorni. Risultati di assoluto valore per il nuovo talento dello Sky Racing Team VR46, ma che non stravolgono i piani in vista dell'esordio stagionale del 20 marzo prossimo in Qatar: l'obiettivo sarà sempre quello di apprendere più nozioni possibili e mantenere un profilo basso indispensabile per poter crescere nell'arco di tutto il campionato. "Sono molto contento di aver chiuso il mio primo test nel Mondiale al terzo posto complessivo", esclama Nicolò Bulega. "E’ una grande iniezione di fiducia in vista del Qatar dove l’obiettivo è adattarsi il prima possibile alla nuova pista che non conosco. Oggi, nonostante il vento, ho staccato il mio migliore e sono quindi fiducioso di poter fare ancora un passo in avanti a Doha", ha concluso il sedicenne pilota di San Clemente.

 

Fenati il più veloce nei tre-giorni - Autore del sesto crono odierno in 1'46"836, grazie all'1'46"445 conseguito ieri il pilota ascolano resta il più veloce dei Test IRTA di Jerez, seppur con ancora del margine da tirar fuori da qui al Qatar. "Non è stato un test facile, ma sono andato davvero forte e sono soddisfatto", ammette Romano Fenati. "Non sono riuscito a trovare lo stesso feeling dell’ultimo test, ma in pista sono riuscito comunque a spingere. Abbiamo ancora molto lavoro che ci aspetta in Qatar".

 

Migno fiducioso e motivato - La crescita evidenziata sin dai test di Valencia sono la conferma della bontà del lavoro compiuto, indispensabile per consentire ad Andrea Migno di guardare con fiducia ai prossimi test sotto le luci dei riflettori di Losail. "Nel complesso sono soddisfatto, anche se il mio obiettivo era l’1.46", spiega il pilota romagnolo. "Abbiamo lavorato bene e sono riuscito a fare ancora uno step in avanti. Vado in Qatar con un po’ di amaro in bocca, ma anche motivato a dare il massimo".

 

L'orgoglio e la soddisfazione di Nieto - L'anello di congiunzione tra un test e l'altro di questa pre-season è la competitività di tutta la squadra. Lo sa bene il Team Manager Pablo Nieto che rivolge un plauso a piloti, tecnici e meccanici per il lavoro compiuto. "Chiudiamo il primo test IRTA con tutti i nostri piloti nella Top10, due addirittura tra i primi tre, sono molto soddisfatto. E’ sempre positivo essere veloci già dal primo test, ma dobbiamo rimanere tranquilli e concentrati per riuscire a fare ancora un passo in avanti. Tutti e tre i piloti sono sulla giusta strada, sono molto fiducioso per il test in Qatar", conclude Nieto rimandando l'appuntamento ai Test IRTA in agenda dall'11 al 13 marzo prossimi, giusto la settimana che precede il primo weekend di gara sempre a Losail.