A Jerez de la Frontera, Jorge Lorenzo ha ottenuto il miglior tempo nelle qualifiche del Gp di Spagna. Alle spalle dello spagnolo della Yamaha si sono classificati Dani Pedrosa staccato di 0,135s (Honda) e Nicky Hayden (Ducati),  che ha girato in 1'40"563. In crisi, invece, Valentino Rossi che chiude in tredicesima posizione, a 3,429s da Lorenzo.

Rossi con la pista di Jerez che si andava asciugando, non è riuscito a sfruttare le potenzialità della sua Ducati, che al contrario è riuscito a Hayden. La crisi tra Rossi e la Ducati appare dunque sempre più pesante e come aveva detto lo stesso Valentino, le prestazioni sarebbero state migliori se avesse piovuto. Rossi è l'ultimo dei piloti in sella alla Ducati alle spalle anche del pilota ceca Karel Abraham e di Hector Barberà che hanno concluso rispettivamente in 11/a e 12/a posizione.

Da segnalare il bel lavoro fatto dal francese Randy De Puniet in sella alla ART con motore derivato dalla serie, che è riuscito a conquistare la quarta fila dello schieramento, grazie al decimo tempo che è a 2,1 secondi dalla pole di Lorenzo. Con Rossi in crisi, il primo tra i piloti italiani è Andrea Dovizioso, con la Yamaha privata che domani scatterà dalla terza fila grazie al settimo tempo fatto registrare nelle prove ufficiali di oggi. Gli altri italiani sono tutti su moto CRT, si tratta di Michele Pirro (FTR-Honda), che è 15/o, Mattia Pasini, 16/o con la ART e Danilo Petrucci (Ioda) che ha chiuso in 18/a posizione.