Stefano Domenicali è stato nominato presidente e amministratore delegato di Automobili Lamborghini con effetto a partire dal 15 marzo 2016: succede a Stephan Winkelmann, che lascia la guida della Casa di Sant'Agata Bolognese per assumere l'incarico di amministratore delegato di quattro GmbH, il ramo sportivo di Audi Ag. "Raccolgo con grande entusiasmo questa importante eredità - ha detto Domenicali - con l'impegno di dare continuità ai successi ottenuti da Lamborghini sotto la guida del mio predecessore, Stephan Winkelmann".


Dalla Ferrari alla Lamborghini - Stefano Domenicali, 50 anni, laureato in Scienze economiche all'università di Bologna, ha avviato la sua carriera professionale in Ferrari con un primo incarico in Finanza. Nel 1993 è passato alla Scuderia Ferrari in qualità di head of business planning, svolgendo un contemporaneo incarico come direttore del Mugello, circuito di proprietà della Casa del Cavallino. A partire dal 1996 è stato responsabile delle sponsorizzazioni per la Scuderia Ferrari fino alla nomina di direttore sportivo del team F1 nel 1998. Dal 2004 al 2007 ha avuto la guida della direzione sportiva di F1, per poi essere nominato team principal della Scuderia Ferrari F1 nel 2008, l'anno della conquista del titolo costruttori da parte della Rossa. Tra il 2009 e il 2014 Domenicali ha rappresentato Ferrari nell'ambito della F.I.A. World motor sport council. Tuttora membro di questo comitato, è anche presidente della Commissione monoposto della F.I.A.

"Crescita costante" - L'ex ad e presidente di Lamborghini, Stephan Winkelmann che ha guidato con successo la Casa automobilistica di Sant'Agata Bolognese ha sottolineato che "i dati business dimostrano una crescita costante con un evidente sviluppo dei prodotti, dei processi e delle performance in ogni ambito della vita aziendale. Ho avuto, assieme ai miei collegi del board, la grande soddisfazione di vedere approvato il terzo modello che si farà a Sant'Agata a partire dal 2018".