I Golden State Warriors, campioni in carica Nba, sono stati ricevuti da Barack Obama alla Casa Bianca. Tutta la squadra che ha vinto il titolo a giugno, compreso David Lee (ora a Boston), ha visitato l'edificio simbolo del potere Usa, prima di radunarsi nella East Room per l'incontro con il Presidente.

Un incontro nel quale non sono mancati i complimenti sulla qualità del loro gioco ai Warriors ma anche le battute e una proposta di lavoro proprio a Barack Obama, appassionatissimo di basket.

Steve Kerr, coach dei Warriors, dopo aver consegnato la maglia col numero 44 (è il 44° presidente degli Stati Uniti) ad Obama ha dichiarato: "Sappiamo che a fine anno sarà free agent e quindi vogliamo che consideri questa maglia come un'offerta di lavoro".