Golden State Warriors restano imbattuti sul parquet amico della Oracle Arena, dove hanno superato 123-110 Houston. La  squadra di coach Steve Kerr centra anche la 47esima vittoria  stagionale a fronte di sole 4 sconfitte e restano in corsa per battere il record di vittorie in regular season detenuto dai Chicago Bulls di  Michael Jordan che nel 1995-1996 chiusero con un record di 72-10. Per i Warriors, ancora una volta, protagonista assoluto Stephen Curry a  referto con 35 punti (12/24 al tiro e 7/16 da tre), 9 assist e 5  rimbalzi. Ai Rockets non basta un James Harden da 37 punti.

 

Successo esterno dei San Antonio Spurs (44-8) che passano con un netto 119-101 a Miami contro gli Heat (29-24). Senza Tim Duncan e Manu Ginobili sono LaMarcus Aldridge (28 punti, 4 rimbalzi e 4 assist) e  Kawhi Leonard (23 punti, 9 rimbalzi e 4 assist) a trascinare i nero-argento. Per la franchigia della Florida il migliore è Dwyane Wade a referto con 20 punti (9/12 al tiro) e 5 assist.


E' amaro il debutto di coach Kurt Rambis sulla panchina di New York. I Knicks (23-32) sono infatti sconfitti al Madison Square Garden per 111-108 dai Washington Wizards (23-27). Tra i capitolini sugli scudi John Wall, che oltre a realizzare 28 punti serve ben 17 assist, e Bradley Beal (26 punti e 4 recuperi). Tra i padroni di casa il top scorer è Carmelo Anthony quota 33 a cui aggiunge 13 rimbalzi.


I risultati: Miami Heat-San Antonio Spurs 101-119; Milwaukee  Bucks-Boston Celtics 112-111; New York Knicks-Washington Wizards  108-111; Dallas Mavericks-Utah Jazz 119-121 (dopo suppl.); Golden  State Warriors-Houston Rockets 123-110.