SPECIALE: tutto sulla marcia verso Londra 2012

VIDEO -
Il sogno paralimpico, verso Londra 2012: tutti i video di "Share your dream"

Il presidente del Cio, Jacques Rogge, ha rivelato a Mosca che continuano i colloqui con l'Arabia Saudita sulla presenza di atlete donne di questo Paese alle prossime Olimpiadi di Londra. Tutto ciò a dieci giorni dall'annuncio del comitato olimpico saudita di non volerle far gareggiare.

"Continuiamo a discutere con l'Arabia Saudita -ha detto Rogge a margine della riunione di Cio ed Acno, l'associazione dei comitati olimpici nazionali- e ci attendiamo una rapida conclusione".

Dieci giorni fa il presidente del comitato olimpico saudita, Principe Nawaf Ben Fayal, aveva ribadito che il suo Paese non invierà atlete donne ai Giochi, lasciando comunque aperta una porta "per residenti saudite all'estero che vengano invitate dal Cio e siano disposte a partecipare rispettando la sharia islamica".

Arabia Saudita, Qatar e Brunei sono le uniche tre nazioni a non aver mai inviato atlete donne alle Olimpiadi. Ma stavolta il Qatar ne ha già selezionate tre per Londra 2012.