"Questo bronzo, per me, è come se fosse un oro: siamo felicissimi". E' il commento a caldo di Gigi Mastrangelo, centrale della Nazionale azzurra di pallavolo, dopo avere conquistato il bronzo nella finale per il terzo posto contro la Bulgaria. "Non era facile scendere in campo di mattina, a quest'ora: ci siamo dovuti svegliare alle 5 - ha aggiunto il centrale e capitano - ho pensato innanzi tutto a svegliarmi e a riattivarmi fisicamente, anche se non era facile. In campo siamo stati bravi con il servizio e abbiamo toccato tanti palloni a muro, cosa che non avevamo fatto contro il Brasile".

"Vincere una medaglia ai Giochi non è da tutti, siamo stati bravi a non mollare, abbiamo lottato fino alla fine. E' stata dura, ma adesso abbiamo vinto il bronzo", ha aggiunto lo schiacciatore laterale Samuele Papi.

Il bronzo olimpico dell'Italvolley è il momento della rivincita anche per Michal Lasko, bersagliato dalla critica ai Giochi e oggi protagonista contro la Bulgaria. "Tre-quattro giorni fa nessuno ci avrebbe dato una lira...", esordisce l'atleta azzurro. Ma è il momento della festa: "Oggi siamo stati incredibilmente bravi a non mollare mai. E' stato fantastico", conclude con un sorriso.

Lo stesso di Emanuele Birarelli, che ha avuto in sorte la schiacciata vincente dell'incontro: "Mi ha fatto piacere e poi ho ricevuto la fiducia dei compagni", racconta. Simone Parodi arriva trafelato dal campo, è uno dei più giovani del gruppo: "Sono contento di aver contribuito - sottolinea -. Abbiamo giocato un gran bel torneo". Andrea Giovi ricorda invece quando stava davanti alla tv a vedere l'Italia: "Era ad Atlanta - racconta - Qui ero in campo...".