È morto Pier Paolo Pedroni, seconda linea della Nazionale di rugby dal 1989 al 1996. Lo ha comunicato la Federugby, sottolineando che Pedroni era stato uno dei punti di riferimento dell'Italia di Georges Coste, dopo aver giocato anche con il precedente ct Bertrand Fourcade. Nato a Cremona il 20 maggio del 1964, "Pedro" aveva debuttato con l'Amatori Milano nel 1982. Due anni più tardi aveva esordito nel massimo campionato. Nei diciassette anni d'attività in serie A ha collezionato 279 presenze e realizzato 46 mete.

Dopo diciotto anni con l'Amatori Milano, club con il quale ha vinto quattro scudetti (1991, 1993, 1995 e 1996), aveva avuto una breve parentesi in Francia, all'Agen, e aveva giocato la sua ultima stagione in serie A nel 2000/01 con il Rugby Parma; poi era stato commentatore televisivo per Eurosport e Sportitalia. Aveva esordito in azzurro nel 1989, il 30 settembre a Treviso in Italia-Zimbabwe. Pedroni giocò titolare con la maglia n. 5, indossata anche nella Coppa del Mondo del 1995, per un totale di venticinque volte: l'ultimo cap fu contro il Galles all'Olimpico di Roma il 5 ottobre 1996.