di ANTONIO RAIMONDI

Pensare a un esordio stagionale più difficile è praticamente impossibile: le Zebre aprono la Poule 3 di Heineken Cup giocando all’Ernest Wallon di Tolosa contro lo Stade Toulousain (diretta Sky Sport 3 alle 21). I francesi hanno vinto il trofeo quattro volte, nessuno come loro, e nel Top14 sono al terzo posto, ma con gli stessi punti di Tolone e Montpellier. Potrebbe sembrare un’impresa vicino all’impossibile, anche perché il rendimento in casa di Tolosa è fino a oggi perfetto e la sua rosa è piena di giocatori internazionali.

Per le Zebre si tratta di dimostrare che la crescita verso la competitività è continua. Per quanto possa essere bizzarro dirlo, è una partita a cronometro. Per quanto tempo la squadra allenata da Andrea Cavinato riuscirà a resistere alla forza di Tolosa? Più si allunga il tempo, più puoi far crescere le speranze di vittoria, che all’inizio sono vicino a zero. Il rischio è di arrivare a un punto di rottura troppo presto e magari subire una sconfitta pesante nel punteggio, ma riuscire a rimanere in partita a lungo, darebbe una misurazione migliore del valore attuale della squadra, e potrebbe anche rompere qualcosa nella testa dei giocatori francesi, e quindi creare il presupposto di una sorpresa.

L'alternativa è provare a prenderne il meno possibile, magari giocando meglio degli avversari, quando la partita è già chiusa. In questo caso, oltre al risultato forse in termini di punteggio migliore, non ci sarebbe nulla di eroico e sarebbe una partita quasi inutile. In fondo anche la vittoria di Davide contro Golia era data dai bookmakers dell’epoca a oltre 1000 contro 1.