COMMENTA NEL FORUM DI NBA

"It went well" "E' andata bene". E' questa la parola d'ordine del giorno 1 di LeBron James. Il primo a pronunciarla è Avery Johnson, coach dei New Jersey Nets, i primi a incontrare a Cleveland LeBron, a 12 ore dall'apertura della finestra dei Free Agent. Insieme all'allenatore, il proprietario della squadra, il miliardario Mikhail Prokhorov, e il rapper Jay-Z, molto amico di James e possessore di una quota dei Nets. Incontro di 90 minuti, poi, la delegazione di New Jersey vola a Chicago, per incontrare Wade e Bosh, e lascia campo libero ai rivali dei Knicks.

Il gotha di New York: il proprietario James Dolan, il presidente Donnie Walsh e il coach Mike D'Antoni, appena sbarcati da Los Angeles, si precipitano subito da LeBron.  Un incontro di due ore per convincere il Prescelto a scegliere il Madison Square Garden. "Abbiamo provato a fargli capire quanto sarebbe perfetta per lui New York. E' andata bene. E' stato un ottimo incontro, sono abbastanza ottimista".

Chissà se sta ripensando alla proposta di coach Mike, LeBron, quando se ne torna a casa su un Range Rover bianco, senza fermarsi a parlare con i giornalisti. L'avranno convinto della bontà della Grande Mela? Lo sapremo presto. Siamo solo all'inizio. Oggi tocca a Los Angeles Clippers e Miami. Domani sarà il turno di Chicago e Cleveland. l'agenda è piena, entro lunedi LeBron prenderà la sua decisione. E solo allora sapremo a quale squadra "è andata bene" davvero.

Un nuovo coach a Cleveland - Byron Scott è il nuovo coach  dei Cleveland Cavaliers. Il 49enne tecnico ha firmato un contratto quadriennale con la franchigia dell'Ohio. Scott, che da giocatore ha  vinto 3 titoli con la maglia dei Los Angeles Lakers, da tecnico ha  guidato i New Jersey Nets (2000-2004) e i New Orleans Hornets  (2004-2009). L'ingaggio di Scott, secondo i progetti dei Cavs, dovrebbe essere una tappa fondamentale nella costruzione della  squadra, con la speranza di trattenere a Cleveland il fuoriclasse  LeBron James.

Un "vecchio" coach a Los Angeles -
Intanto, Phil Jackson, leggendario allenatore che ha vinto in carriera 11 titoli Nba, continuerà a guidare i Los Angeles Lakers ancora per un anno. Lo ha annunciato lui stesso dopo essersi preso un periodo di riposo al termine dell'ennesima stagione vincete, conclusasi con la vittoria dei Lakers in gara 7 sui Boston Celtics. "Dopo un paio di settimane di riflessione, ho pensato che mi piace l'ultima sfida - ha detto Jackson, 65 anni, definito dai tifosi il maestro zen del basket americano -. Mettere insieme una squadra che sia in grado di difendere il titolo. Sarà l'ultima volta, per me".

Jackson, che è già membro della Hall of Fame di basket, ha vinto due titoli Nba come giocatore, e come detto 11 titoli come allenatore: 6 con i Chicago Bulls e 5 con i Los Angeles Lakers.