Maledizione Miami. Uno ad uno stanno uscendo tutti i big dal Master 1000 Atp della Florida. L'ultimo Rafa Nadal, battuto non dal bosniaco Damir Dzumhur, numero 94 al mondo, ma dall'afoso caldo di Miami. Lo spagnolo lascia il torneo americano per abbandono, quando perso il primo set 2-6 aveva recuperato il secondo e conduceva il terzo 3-0. Ma per tre volte Rafa è stato costretto a fermarsi dal clima subtropicale (33 gradi ma con un'umidità elevatissima), si è consultato con il suo allenatore, si è controllato la pressione pericolosamente bassa, e alla fine ha gettato la spugna.
Dopo Federer quindi anche Rafa Nadal ha dovuto abbandonare. Eliminato sul campo, invece, Stan Wawrinka, che ha perso al debutto in due set contro Kuznetsov (6-4, 6-3). Avanza Andy Murray, che ha sconfitto Denis Istomin (6-3, 7-5).

Nadal: "Ho avuto paura" - "Andava minuto peggio, a un certo punto ho avuto paura: temevo di essere troppo debole e svenire. Ho capito che non c'erano le condizioni di sicurezza per il mio fisico, avrei voluto finire ma davvero era impossibile".

Serena: "Amo questo caldo umido" - Non si è invece fermata nonostante il clima Serena Williams, che ha battuto Zarina Diyas 7-5, 6-3 ed è approdata al quarto turno: "Sono stata abituata da bambina a vivere in strada, e sono abituata a queste condizioni: anzi, amo questo caldo umido". D'altra parte Nadal non è stato l'unico: il numero 30 del tabellone, Thomaz Bellucci, si è ritirato dopo due set per disidratazione.