1. Altro

Basket alle Olimpiadi

LA STORIA
Oggi è uno degli sport più diffusi e spettacolari del mondo, ma la pallacanestro è nata quasi per caso. Nel 1891 un professore del YMCA di Springfield, nel Massachusetts, tale James Naismith, venne incaricato di inventare una attività sportiva indoor che permettesse di mantenere in allenamento i giocatori di baseball e football durante l'inverno, quando queste due attività già diffuse negli Stati Uniti si fermavano a causa del freddo e della neve. Naismith dopo appese due cesti di vimini all'altezza di dieci piedi e schierò in campo due squadre da nove giocatori, proprio come nel baseball: la prima partita finì con il non vertiginoso punteggio di 1-0. Naismith scrisse il primo regolamento del basketball (da basket, ''cesto'' in inglese) composto da 13 regole e lo sport cominciò a diffondersi in tutti gli Stati Uniti, specialmente nelle scuole e nei circoli YMCA. In breve tempo la pallacanestro divenne popolare come e più del baseball e del football, sport in funzione dei quali era stato creato, raggiungendo una fama anche maggiore di queste due discipline al di fuori degli USA. Nel 1904, a soli 13 anni dalla sua invenzione il basket venne presentato per la prima volta con un'esibizione alle Olimpiadi di Saint Louis, nel 1932 venne fondata la Federazione internazionale (FIBA) e nel 1946 prese il via la prima stagione della NBA, che è oggi il campionato nazionale di qualsiasi sport con lo stipendio medio più alto per giocatore e la maggiore visibilità mondiale. Il basket venne inserito stabilmente nel programma Olimpico da Berlino 1936 e da lì è sempre stato presente. Dal 1976 venne inserita anche la pallacanestro femminile. Il medagliere maschile vede gli USA grandi dominatori, con 14 ori in 18 edizioni, mentre l'Italia vanta due argenti (1980 e 2004). Anche nel torneo femminile spiccano gli Stati Uniti, con 7 ori su 10 disponibili. Gli USA però schierano i giocatori professionisti della NBA solo dalle Olimpiadi di Barcellona 1992, quando venne mandato lo storico Dream Team, la squadra più forte nella storia di qualsiasi competizione sportiva.
FORMULA E QUALIFICAZIONI
A Rio 2016 le squadre totali saranno 24: sia il torneo maschile che quello femminile prevedono infatti la partecipazione di 12 nazionali. Tra gli uomini, un posto è riservato al Brasile paese ospitante, uno alla squadra Campione del mondo, uno per la vincente del campionato africano, due per le finaliste degli Europei 2015, due per le migliori dell'Americas Championship, uno a testa per i tornei continentali di Asia e Oceania, con gli ultimi tre posti assegnati nei tornei pre-olimpici di luglio. Per quanto riguarda le donne, i posti sono uno per ogni continente (oltre a squadra ospitante e campioni del mondo), quindi i posti in palio nel pre-olimpico in Francia sono stati cinque. Le squadre saranno divise in due gruppi da sei: le prime quattro di ogni girone vanno ai quarti e danno vita alla fase ad eliminazione diretta.
L'EDIZIONE DI LONDRA 2012
Quattro anni fa gli Stati Uniti si confermarono la grande potenza della pallacanestro mondiale, conquistando i due ori in palio. La formazione maschile, con stelle del calibro di Lebron James e Kobe Bryant, vinse una bellissima finale (107-100 il risultato) contro la Spagna del tecnico italiano Sergio Scariolo. Bronzo per la Russia, che ebbe la meglio sull'Argentina. Ancor più facile la missione per le ragazze statunitensi, che in finale si sbarazzarono per 86-50 della Francia. La finalina per il terzo posto vide invece l'Australia prevalere sulla Russia.
 

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi