1. Altro

Pentathlon moderno alle Olimpiadi

LA STORIA
Sono ben pochi gli sport che possono vantare nobili origini come il pentathlon moderno, una prova in cui gli atleti competono in cinque discipline (tiro a segno, nuoto, scherma, equitazione e corsa) e che trova oggi la sua massima diffusione nei paesi dell'Europa Orientale. E' infatti il barone Pierre De Coubertin in persona a ideare una versione di questa prova multidisciplinare che costituisca un'evoluzione rispetto al pentathlon dell'antichità (composto da lotta, salto in lungo, lancio del disco, lancio del giavellotto e corsa), appositamente per inserirla nel programma nei Giochi Olimpici. Le discipline scelte sono quelle che costituivano la formazione di un buon soldato. Essendo stato ideato dal barone De Coubertin, il pentathlon moderno viene inserito nel programma olimpico già a partire da Stoccolma 1912 e qui è proprio la Svezia a vincere l'oro, con Gosta Lilliehook. Quinto arriva lo statunitense George Patton, il futuro Generale Patton della Seconda Guerra Mondiale. Dal 1912, per tre edizioni consecutive dei Giochi, il podio del pentathlon è sempre interamente composto da atleti svedesi. Data la già citata ispirazione militare, la prova è riservata solamente agli uomini, con le donne che devono attendere Sidney 2000 per poter partecipare ai Giochi. Sino a Seul 1988, la competizione olimpica si svolge su cinque giorni, uno per disciplina, a Barcellona 1992 il tiro e il nuoto sono incorporati in un'unica giornata e da Atlanta 1996 arriva la rivoluzione, con l'intera competizione che si tiene nell'arco di dodici ore. Da Helsinki 1952 a Barcellona 1992 si è inoltre svolta una prova a squadre. Il record di medaglie olimpiche nel pentathlon moderno è dell'Ungheria con 22, davanti alla Svezia con 21, mentre sono 7 quelle dell'Italia, di cui due d'oro, entrambe colte a Los Angeles 1984, quando Daniele Masala si impone nella prova singola e la Nazionale in quella a squadre.
FORMULA E QUALIFICAZIONI
A Rio 2016 saranno 72 (36 uomini e 36 donne) gli atleti che gareggeranno nel pentathlon moderno. I posti da guadagnare con le qualificazioni saranno 33 per genere, poiché uno andrà al paese ospitante e due saranno assegnati su inviti. Nelle competizioni maschili e femminili non potranno gareggiare più di due atleti di una stessa nazione, che quindi potrà iscrivere al massimo quattro partecipanti. I 33 posti per i Giochi Olimpici saranno assegnati nelle seguenti manifestazioni: uno nella World Cup 2015, tre sia nei Mondiali 2015 che in quelli 2016 e venti nei campionati continentali. I sei rimanenti saranno assegnati in base al ranking mondiale aggiornato all'1 giugno 2016. A Rio, si inizierà il 18 agosto sia per gli uomini che per le donne con il ranking round di scherma alla Deodoro Youth Arena. Il 19 si assegneranno le medaglie femminili e il 20 quelle maschili, con la medesima scansione delle gare: nuoto presso il Deodoro Aquatics Centre, poi bonus round di scherma, equitazione e combined event tiro-corsa al Deodoro Stadium.
L'EDIZIONE DI LONDRA 2012
Nell'Olimpiade di Londra l'Italia è stata rappresentata da Riccardo De Luca e Nicola Benedetti al maschile e da Claudia Cesarini e Sabrina Crognale al femminile. Il miglior risultato è stato ottenuto da De Luca, che ha chiuso al nono posto. Tra gli uomini, l'oro è andato al ceco David Svoboda, che ha preceduto il cinese Cao Zhongrong e l'ungherese Adam Marosi. Tra le donne, l'oro è stato vinto dalla lituana Laura Asaduskaite, moglie di Andrejus Zadneprovskis, visto sul podio olimpico di Atene e Pechino. Alle sue spalle la britannica Samantha Murray e la brasiliana Yane Marques.
 

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi