1. Altro

Tennistavolo alle Olimpiadi

LA STORIA
Praticato oggi da grandi e piccini, il Tennis da tavolo vede le sue origini risalire alla Gran Bretagna di fine '800, come divertissement per la classe aristocratica. Dopo cena le tavole venivano sparecchiate, veniva posta una fila di libri come rete e si improvvisava una partita di tennis usando una palla da golf e, come racchette, altri libri. Pian piano l'evoluzione del gioco e della società portò i giocatori a dotarsi di un regolamento preciso e di attrezzature più consone. Dalla fila di libri si è passati ad una rete di tessuto, dalla palla da golf si è passati alla palla in celluloide, oltre alle racchette ricoperte di gomma che sono utilizzate tuttora in sostituzione dei libri. A livello popolare la disciplina è più conosciuta con il nome onomatopeico: ''ping-pong'' e ''whiff-whaff'' sono i due modi più comuni per chiamare il tennis tavolo. Questo sport venne ammesso alle Olmpiadi del 1988 a Seul, dove i padroni di casa riuscirono nell'impresa di aggiudicarsi l'oro nel singolare maschile e nel doppio femminile. A Barcellona '92 lo svedese Jan-Ove Waldner, detto ''il Mozart del tennistavolo'' fu il primo e, sinora, unico europeo a fregiarsi dell'alloro olimpico. Atlanta 1996 e Sydney 2000 videro otto vittorie cinesi su otto tornei disputati mentre ad Atene il coreano Ryu Seung-Min interruppe la serie vincendo l'oro nel singolare maschile, ancora oggi l'ultima medaglia del metallo più pregiato a non essere andata a un cinese. Il medagliere olimpico vede così ori assegnati a tre sole nazioni: 24 per la Cina, 3 per la Corea del Sud e 1 appunto per la Svezia.
FORMULA E QUALIFICAZIONI
Il RioCentro ospiterà tutti e quattro i tornei olimpici, ossia singolari e prove a squadre maschili e femminili. Si inizierà a giocare il 6 agosto e il 10 saranno assegnate le prime medaglie, quelle del singolare femminile, seguite l'11 da quelle del singolare maschile. Il 16 e 17 agosto chiusura, rispettivamente con le finali della prova a squadre femminile e maschile. Il numero massimo di atleti sarà di 86 per genere e ogni paese potrà schierarne un massimo di due nelle competizioni individuali, dove sono risultati decisivi i tornei di qualificazione continentali, di cui quello europeo si è svolto ad Halmstad, in Svezia, dal 12 al 16 aprile. Riguardo alle prove a squadre, sono 16 i posti in palio per ogni genere. Oltre al paese ospitante, uno per continente (6 in totale) è andato ai paesi con due atleti qualificati individualmente meglio piazzati nel ranking olimpico di inizio maggio. Gli altri nove sono stati assegnati sempre a partire dalle classifiche di maggio, ma senza distinzioni di provenienza, ai paesi con due slot occupate individualmente.
L'EDIZIONE DI LONDRA 2012
A Londra 2012, per la seconda volta dopo Pechino, si sono disputate le prove a squadre. In precedenza si disputavano infatti, oltre ai singolari, il doppio maschile e il doppio femminile. Come previsto, c'è stato un dominio della Cina, capace di conquistare l'oro individuale con Zhang Jike tra gli uomini e con Li Xiaoxia tra le donne, oltre a dominare le competizioni a squadre. Delle 12 medaglie assegnate, ben 10 sono andate a paesi asiatici, con la Germania capace di ergersi come unico ''baluardo'' dell'Occidente. I tedeschi hanno infatti vinto i due bronzi tra gli uomini, confermandosi il miglior paese europeo per il Tennistavolo.
 

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi