1. Altro

Triathlon alle Olimpiadi

LA STORIA
La parola triathlon ha origini antiche, arriva infatti dall'unione di ''trei'' (tre) e ''athlos'' (competizioni). Sono infatti tre gli sport che compongono questa disciplina: nuoto, ciclismo e corsa. Non si hanno però notizie certe circa la nascita di questo sport, la versione più comune ci riporta nella Francia degli anni '20 dove ci sono tracce delle prime gare a Marsiglia, La Rochelle ed in Ile de France con distanze e metodi differenti. La disciplina poi scomparì nell'oblio e riapparve nel 1974 a Mission Bay, California dove una competizione di nuoto, corsa e ciclismo venne per la prima volta chiamata triathlon. Da lì partì una rapida crescita di questo sport che venne subito messo sotto la lente di ingrandimento del Comitato Olimpico, deciso ad inserirlo il prima possibile nel programma dei Giochi Estivi. Nel 1989 venne creata la International Triathlon Union, federazione internazionale e, dopo soli cinque anni, la disciplina venne ufficialmente inserita nel programma olimpico. Il debutto arrivò poi a Sydney 2000 dove, sulla distanza di 1500m a nuoto, 40km in bicicletta e 10km di corsa, la svizzera Mc Mahon e il canadese Whitfield passarono alla storia come i primi titolati olimpici. Ad Atene 2004 arrivò invece la prima doppietta: l'oro nella gara maschile andò infatti al neozelandese Hamish Carter e l'argento al suo connazionale Bevan Docherty. Tra le donne, altro successo ''alpino'' con l'austriaca di adozione Kate Allen. La competizione su queste distanze viene appunto chiamata ''triathlon olimpico'' ma esistono numerose declinazioni di questo sport. La più estrema è senza dubbio l'Ironman dove gli atleti competono per 3.9km a nuoto, 180km in bicicletta e terminano la gara con una maratona di 42,195 km. I campionati del Mondo di questa specialità si disputano ogni anno dal 1978 nello scenario meraviglioso delle isole Hawaii e rappresentano il maggior evento mondiale della disciplina.
FORMULA E QUALIFICAZIONI
Le gare di Rio 2016 verranno svolte nella meravigliosa cornice di Copacabana. Dalla celebre spiaggia il 18 agosto partirà la gara maschile che poi si dipanerà sulle colline di Rio per la sezione su due ruote e vedrà gli atleti tagliare il traguardo, dopo i 10km di corsa, sul lungomare più famoso del Mondo. La gara femminile avrà luogo il 20 agosto, senza differenze circa distanza e percorso rispetto agli uomini. Alle gare olimpiche parteciperanno, per ambo i sessi, i campioni in carica dei cinque continenti, i primi tre dell'evento preolimpico disputato proprio a Rio ad Agosto 2015, 42 atleti in base al ranking mondiale della ITU, cinque in base alla riallocazione delle carte olimpiche non utilizzate e un invitato speciale scelto da una commissione tripartito.
L'EDIZIONE DI LONDRA 2012
A Londra 2012 la scena fu dominata dai fratelli britannici Alistair e Jonathan Brownlee, capaci di vincere oro e bronzo nella gara maschile. A rovinare la festa ci pensò lo spagnolo Gomez Noya che si inserì tra i due conquistando l'argento. Dominio europeo anche in campo femminile con la favorita Nicola Spirig costretta ad un'epica volata al photo-finish dalla svedese Lisa Norden, battuta per millesimi di secondo. Al terzo posto giunse l'australiana Erin Densham.
 

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2017 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi