Caricamento in corso...
25 aprile 2009

Fed Cup, Pennetta e Schiavone stellari: Italia-Russia 2-0

print-icon
pen

Flavia Pennetta ottiene il primo punto per l'Italia nelle semifinali della Federation Cup

Italia a un passo dalla finale di Fed Cup: al successo in scioltezza di Flavia Pennetta su Anna Chakvetadze (6-4, 6-0) è seguita la vittoria in rimonta di Francesca Schiavone contro Svetlana Kuznetsova (1-6, 6-2, 6-3)

COMMENTA NEL FORUM DEL TENNIS

Italia a un passo dalla terza finale di Fed Cup in quattro anni grazie al 2-0 al termine della prima giornata della sfida con la Russia sulla terra rossa di Castellaneta Marina.

Il successo in scioltezza di Flavia Pennetta su Anna Chakvetadze (6-4, 6-0) è stato seguito dalla vittoria in rimonta di Francesca Schiavone contro Svetlana Kuznetsova (1-6, 6-2, 6-3).

"Sono molto felice, ma a metà - le parole del capitano Corrado Barazzutti - l'altra metà me la tengo per domani. È stato un giorno perfetto, ma ci resta ancora un punto da conquistare contro la squadra più forte del mondo. La Schiavone? Da dieci e lode, anzi di più: è la sua ennesima impresa in questa competizione".

La sfida si è aperta con la splendida vittoria della Pennetta, che qualche difficoltà l'ha incontrata solo in avvio di match. La svolta, dopo un break della brindisina e l'immediato controbreak della Chakvetadze, è arrivata al settimo gioco, con due errori della russa che hanno spianato la strada alla pugliese. Senza storia il secondo parziale, con la ventiduenne moscovita completamente nel pallone. "Non mi aspettavo di vincere così - il commento della Pennetta - all'inizio eravamo tese tutte e due, ma ho lottato su ogni punto e questo ha messo maggiore pressione su di lei. Sulla carta loro rimangono più forti di noi, ma noi in Fed Cup tiriamo sempre fuori il cuore".

Proprio quello che ci ha messo la Schiavone nel secondo incontro con la Kuznetsova. L'impatto sul match della milanese è stato pessimo: servizio poco incisivo, diciannove errori non forzati e primo set regalato all'avversaria praticamente senza giocare. La reazione è stata però immediata e nel secondo parziale la Schiavone ha subito operato il break, è volata sul 3-0 e ha chiuso 6-2.
Rocambolesco l'andamento del terzo set: in apertura break Kuznetsova e controbreak Schiavone; la russa ha poi tenuto a fatica la battuta portandosi sul 2-2, ma ha poi ceduto il servizio e la milanese, praticamente perfetta in ogni scambio, si e' portata avanti 4-2. Sembrava fatta e invece l'italiana ha staccato la spina sul successivo turno di battuta riportando l'avversaria nel match. Per fortuna il blackout e' durato appena un game, complice il netto calo fisico della russa, e la Schiavone ha allungato nuovamente per poi chiudere sul 6-3. "La precedente sfida con la Russia mi ha insegnato a rimanere più calma - le sue parole a fine match - nel primo set non sentivo proprio le palle, mentre lei entrava costantemente in campo e comandava il gioco. Poi sono tornata a palleggiare con solidità e ho avuto anche un pizzico di fortuna in alcuni momenti-chiave. Sono strafelice".

Domani seconda e ultima giornata con gli altri due singolari e il doppio. Questi risultati e programma:

SABATO
Pennetta (Ita) b. Chakvetadze (Rus) 6-4, 6-0
Schiavone (Ita) b. Kuznetsova (Rus) 1-6, 6-2, 6-3

DOMENICA DALLE ORE 11.30
Pennetta (Ita) c. Kuznetsova (Rus)
Schiavone (Ita) c. Chakvetadze (Rus)
Errani-Vinci (Ita) c. Pavlyuchenkova-Petrova (Rus)

Tutti i siti Sky