Caricamento in corso...
02 maggio 2009

Roma. Ko Federer e Gonzalez, la finale è Djokovic-Nadal

print-icon
fed

Missione compiuta per Novak Djokovic contro Roger Federer. Ma il serbo avrà il suo bel da fare in finale contro Rafa Nadal

Come a Montecarlo il titolo se lo giocheranno ancora i numeri 3 e 1 del mondo. Il serbo ha piegato in rimonta in tre set lo svizzero che non ha nascosto la delusione per la sconfitta: "La pioggia ha favorito Nole". Rafa non ha lasciato scampo al cileno

COSI' SU SKY SPORT GLI INTERNAZIONALI

COMMENTA NEL FORUM DEL TENNIS

La pioggia dà una mano a Djokovic, Nadal invece si sbarazza senza problemi di Gonzalez e si giocherà la
finale del Masters 1000 di Roma col serbo. Le semifinali al Foro Italico hanno riservato qualche sorpresa. Come quella della pioggia, caduta nel primo pomeriggio e che è stata fatale a Roger Federer. Lo svizzero infatti aveva in mano il match con Djokovic ma l'interruzione per pioggia nel secondo set gli ha tolto concentrazione e determinazione. Il serbo ha ringraziato e potrà difendere il titolo conquistato lo scorso anno a Roma contro Rafa Nadal.

Lo spagnolo, vincitore a Roma nel 2005, 2006 e 2007, invece ha faticato poco contro il cileno Fernando Gonzalez battuto con un doppio 6-3 in 75 minuti. Il numero 1 al mondo aveva fretta, anche perché non voleva perdersi il suo Real Madrid impegnato nel big match della Liga col Barcellona (in diretta su SKY Sport). Quindi ha strapazzato Gonzalez in due set. Nel primo break dello spagnolo al quinto gioco, contro break del cileno al sesto, altro break di Nadal al settimo e nono (6-3). Nel secondo lo spagnolo strappa il servizio al rivale nel secondo e nono game, difendendo bene il suo servizio. E domani giocherà la sua quarta finale a Roma.

La pioggia, si diceva, è stata invece decisiva per le sorti dell'incontro tra Roger Federer e Novak Djokovic. Il serbo si è qualificato alla finale battendo il rivale in tre set. Ma prima dell'interruzione di un'ora circa a causa della pioggia, il match lo aveva praticamente perso. Federer, infatti, aveva vinto il primo set 6-4 e conduceva 2-1 nel secondo (break al primo game) prima che uno scroscio di pioggia costringesse i due a rientrare negli spogliatoi.

La partita di Federer è finita lì. "Oggi ero in buona forma - ha commentato Federer - E' un peccato che non sia riuscito a chiudere il break per andare sul 3-0 prima dell'interruzione per pioggia. In realtà, dopo l'interruzione, ho avuto un buon inizio. Penso che Djokovic sia rientrato in campo con molta più energia dopo la sosta. Se fossi riuscito a tenere il servizio una volta, mi sarei risparmiato almeno uno dei due break e avrei avuto una migliore chance. Avevo sicuramente la vittoria alla portata oggi, quindi sono abbastanza deluso. Sono stato in partita fino alla fine. E' un match che non avrei dovuto farmi sfuggire, perché avevo un break nel secondo set, un break nel terzo, io di solito non spreco queste opportunità. Quindi è brutto sì, ma credo di dover ancora lavorare un po' sulla terra. Sto comunque giocando meglio rispetto a Montecarlo. Il lavoro duro mi sta premiando, ma devo migliorare il mio servizio".

Al rientro in campo, infatti, Djokovic ha dominato: break al sesto e ottavo gioco del secondo set e chiusura 6-3. Nel terzo ancora un abulico Federer è rimasto praticamente inerte, lasciando il servizio al rivale nel settimo e non gioco: ancora 6-3 Djokovic che domani avrà la possibilità di difendere il titolo contro Rafa Nadal.

Tutti i siti Sky