Caricamento in corso...
20 aprile 2010

Nadal dà un dispiacere a Barcellona: tornerò in campo a Roma

print-icon
nad

Forfait a malincuore per Rafa Nadal a Barcellona (foto ap)

Il maiorchino salterà l'amato torneo catalano per preparare al meglio gli Internazionali d'Italia: "Non giocare qui è difficile per me, questo è il mio circolo. Giocare per 3 settimane di fila potrebbe togliermi le sensazioni positive che avverto ora"

COMMENTA NEL FORUM DI TENNIS

Rafa Nadal salta il torneo di Barcellona ma sarà presente al Foro Italico per gli  Internazionali d'Italia in programma la prossima settimana. "E' una mia decisione, è la migliore per me e per il tennis", dice il mancino di Manacor a Barcellona, in una conferenza stampa convocata per illustrare i motivi del forfait. Nadal, reduce dal trionfo di domenica a Montecarlo, ieri ha annunciato che non avrebbe partecipato questa settimana al torneo nella città catalana. "Giocare per 3 settimane di fila potrebbe togliermi le sensazioni positive che avverto in questo momento", dice il numero 3 del ranking mondiale.

"Non giocare qui è difficile per me. Questo è un torneo che mi ha dato molto. Si adatta alle mie caratteristiche e questo è il mio circolo", dice pensando ai 5 successi ottenuti sulla terra rossa di Barcellona. Nel 2010, l'ex numero 1 vuole dosare le energie per  evitare di andare in tilt come è accaduto in passato. "Le cose stanno andando bene, a parte l'inconveniente che ho avuto in Australia", dice ricordando il ritiro dall'Australian Open per i 'consueti' problemi alle ginocchia. "Da allora, mi sono sentito molto bene. A volte, le cose non vanno come si vorrebbe: vorrei giocare qui, a Roma, a Madrid, a Parigi. Vorrei giocare da tutte le parti, ma penso che la scelta migliore sia di fermarmi questa settimana".

A Montecarlo, dove ha conquistato il sesto titolo consecutivo, Nadal ha interrotto un digiuno di 11 mesi. L'ultima vittoria, prima dell'exploit monegasco, risaliva all'edizione 2009 degli Internazionali d'Italia. "Il tennis non è come il calcio. Non si sa quante partite bisognerà giocare", dice il mancino.  "Giocare per 3 settimane senza sosta non è la soluzione più adeguata. Parliamo di partite sulla terra rossa, match lunghi e  combattuti", dice ancora. Dopo la parentesi del Foro Italico, Nadal farà "tutto il possibile" per essere in campo a Madrid. La capitale spagnola ospiterà un evento in programma dal 10 al 16 maggio: la finale precede solo di una settimana l'inizio del Roland Garros.

"Il calendario è complicato – osserva -. Lo scorso anno le cose  non hanno funzionato bene, ora bisogna stare più attenti. Il prossimo anno avremo un calendario più favorevole che mi consentirà di giocare qui". Albert Costa, direttore del torneo di Barcellona, evidenzia che nel 2011 l'appuntamento catalano sarà seguito da una settimana di break: "Non ci troveremo tra 2 Masters (Montecarlo e  Roma, ndr) e questo permetterà a Rafa di essere qui".

Guarda anche
Montecarlo, Nadal grida "Vamos" per la sesta volta

Tutti i siti Sky