Caricamento in corso...
06 giugno 2010

Nadal torna re a Parigi ed è il numero uno del mondo

print-icon
spo

Rafael Nadal, quinto centro al Roland Garros e primo posto nel ranking mondiale

Il tennista spagnolo supera 6-4, 6-2, 6-4 lo svedese Robin Soderling e si riprende lo scettro del torneo più importante su terra rossa. Con questo successo (il quinto al Roland Garros) il mancino di Manacor scalza dalla vetta Roger Federer. GUARDA LE FOTO

COMMENTA NEL FORUM DEL TENNIS

Rafa Nadal trionfa al Roland Garros e torna numero 1 del ranking Atp. Lo spagnolo, testa di serie numero 2 a Parigi, ha battuto in finale lo svedese Robin Soderling, numero 5 del tabellone, per 6-4, 6-2, 6-4 in 2h18'. Il 24enne mancino di Manacor ha vendicato la sconfitta subita negli ottavi di finale dell'edizione 2009 e ha conquistato il 40° titolo della carriera, il quinto in 6 anni sulla terra rossa francese. In classifica, Nadal scavalca lo svizzero Roger Federer e riconquista il primato che aveva abbandonato il 29 giugno dello scorso anno.

La finale non ha avuto sostanzialmente storia. Nadal ha sfruttato le chance per strappare il servizio all'avversario (4/12 palle break trasformate). Soderling, invece, non ha convertito nessuna delle 8 opportunità. Lo svedese, sconfitto in finale un anno fa da Federer, è affondato sotto una valanga di errori gratuiti: alla fine sono stati 43. Troppi per tenere testa al nuovo numero 1 del mondo, che ha sbagliato solo 16 volte piazzando 35 vincenti.

All'errore di Soderling che gli ha consegnato il successo al Roland Garros, Nadal è scoppiato in un pianto a dirotto lasciandosi cadere stremato sulla terra del centrale parigino. Il prossimo anno, il fenomenale spagnolo potrà andare addirittura all'assalto del record di Bjorn Borg, che proprio oggi ha compiuto 54 anni: a Parigi, lo svedese ha vinto 6 titoli tra il 1974 e il 1981. "Ho dovuto giocare al meglio per batterti", ha detto Nadal rivolgendosi all'avversario nella cerimonia di premiazione. "E' la  vittoria più emozionante della mia carriera. Questo per me è un sogno, mi sono sentito a casa qui negli ultimi 6 anni", ha aggiunto visibilmente commosso. Al Roland Garros, il mancino vanta ora un record di 38 successi e una sola sconfitta in 39 match disputati.

Quest'anno, ha completato la cavalcata senza lasciare per strada nemmeno un set. La primavera sulla terra rossa si chiude con un bilancio straordinario: prima di sbarcare al Roland Garros, il nuovo  numero 1 del mondo aveva fatto centro a Montecarlo, Roma e Madrid. Risultato: nessuna sconfitta nelle ultime 22 partite. "Se giochi così - ha detto Soderling all'avversario- potrai vincere ancora molto". Lo svedese, dopo 2 finali perse senza conquistare nemmeno un set, cercherà di far meglio il prossimo anno: "Tornerò, speriamo di avere maggior fortuna".

Tutti i siti Sky