Caricamento in corso...
03 marzo 2011

Serena tenta il miracolo: recuperare per Wimbledon

print-icon
ser

Serena Williams in tribuna. I tempi di recupero per il suo ritorno in campo sono incerti (Getty)

Incerti i tempi per il ritorno in campo della statunitense, colpita da un'embolia polmonare. Nel mondo dello sport sono molti i campioni che hanno dovuto arrendersi alla malattia. Ma c'è anche chi ce l'ha fatta

Sfoglia tutto l'Album del tennis

Nessuno può dire se Serena Williams riuscirà a tornare a giocare entro l'estate, magari luglio, sull'erba di Wimbledon, per difendere il titolo, dopo l'embolia polmonare e l'operazione d'urgenza subita la scorsa settimana. Lei ci spera, ma tutto dipenderà da quello che diranno i medici nei prossimi giorni. "Il mio obiettivo principale è quello di tornare pienamente in forma" - ha detto la Williams -. Spero di poter tornare in campo all'inizio dell'estate".

Williams è solo l'ultima atleta professionista ad aver subito un grave malore. Fu un addio definitivo quello di Lilian Thuram, stella della Francia campione del Mondo nel '98 ed ex juventino: a 34 anni scoprì una malformazione cardiaca e dovette dire no al suo ultimo contratto, con il Paris Saint Germain. La malformazione al cuore non riuscì a fermare invece l'interista Kanu, che il 2 settembre del '96 fu bloccato dallo staff medico dell'Inter. Dopo un'operazione negli Usa, con la sostituzione della valvola aortica, e tanta fatica, il nigeriano tornò ad essere 'grande' nell'Arsenal dove vinse due campionati e due Fa Cup.

Si ritirò invece precauzionalmente Domenico Fioravanti, a soli 26 anni: il campione azzurro, oro a Sydney 2000 nei 100 e 200 rana, dovette rinunciare ai Giochi di Atene 2004 per un'aritmia cardiaca. Stessa sorte toccata a un altro campione del nuoto italiano, Luca Baldini, mondiale di fondo nella 5 chilometri ma costretto ad appendere la cuffia al chiodo a 27 anni. Nel basket, Magic Johnson fu fermato nel '91 dalla scoperta della sieropositività. Il ritorno, un anno dopo, fu bloccato dal no dei compagni di squadra e sul parquet tornò con il Dream Team a Barcellona 1992 e poi per uno scampolo di stagione nel '96.

Molti però anche i casi terminati con il lieto fine. Lance Armstrong sconfisse un tumore ai testicoli, tornò in gruppo e vinse sette Tour de France consecutivi. Ancor meglio ha fatto lo sciatore svizzero Carlo Janka, detentore della Coppa del mondo: operato al cuore lo scorso 23 febbraio, dopo sei giorni è tornato in pista per gli allenamenti e in questo fine settimana in gara a Kranjska Gora. Sano e salvo, ma col pensiero di non sentirsi più invincibile.

Commenta nel forum di tennis

Tutti i siti Sky