Caricamento in corso...
05 giugno 2011

Rafa VI re di Parigi: Nadal come Borg al Roland Garros

print-icon
nad

Jim Courier consegna a Rafa Nadal il trofeo del re della terra: il Roland Garros è per la sesta volta del campione spagnolo

Il numero 1 del mondo entra nella storia, non lascia scampo a Federer in finale e trionfa per la sesta volta, come l'indimenticato campione svedese, sulla terra rossa della seconda prova dello Slam: 7-5, 7-6, 5-7, 6-1, i parziali per lo spagnolo. LE FOTO

FOTO: - Il Roland Garros 2011 amaro per la Schiavone - Le semifinali maschili, fuori Djokovic e Murray - Dalla terra rossa a Cannes, il bacio di Djokovic - Scopri il lato B degli Internazionali di Roma - Novak re di Roma, Rafa battuto... - Totti agli Internazionali d'Italia - Tutti i protagonisti del grande tennis - Da Nadal a Bellucci, i protagonisti di Roma 2011 - Il trionfo della Schiavone a Parigi nel 2010 - Tutta la femminiltà del tennis

Rafa Nadal ha vinto il suo sesto Roland Garros. A Parigi il numero 1 del mondo non ha lasciato scampo a Roger Federer. 7-5, 7-6, 5-7, 6-1 i parziali a favore dello spagnolo che grazie a questo successo eguaglia Bjon Borg nell'albo d'oro della seconda prova dello slam.

A Parigi il re è sempre lui. Rafael Nadal è quasi costretto a scusarsi con il suo rivale di sempre, il gentleman Roger Federer, per l'ennesima finale con titolo annesso che gli porta via: già perchè sulla terra rossa parigina è lo spagnolo a conquistare la coppa del Roland Garros, la sesta della sua strabiliante carriera, che lo porta a eguagliare il record nello slam francese di Bjorn Borg. Il maiorchino si è imposto in quattro set con il punteggio di 7-5 7-6(3) 5-7 6-1, in tre ore e quaranta minuti di gioco. L'ennesimo trionfo del 25enne spagnolo che resta numero uno al mondo.

"Roger, hai fatto un torneo fantastico, hai giocato in maniera straordinaria anche la finale. Mi spiace averti battuto" le parole di Nadal allo svizzero. Che quanto a fair play lo aveva anticipato durante la cerimonia di premiazione: "Rafa ha dimostrato di essere il più forte sulla terra battuta. Ma io sono molto fiero di quello che ho fatto in queste settimane, anche se ancora una volta il mio cammino si ferma in finale".

Eppure il campione svizzero - che perde per la quarta volta il Roland Garros proprio per mano di Nadal - era partito meglio, con un 3-0 grazie ad un break al secondo gioco. Federer è implacabile, soprattutto al servizio: Nadal sembra un po' frastornato e preoccupato dalla posta in palio (in ballo c'è il primato nella classifica mondiale oltre al titolo parigino). Sul 5-2 per Federer il maiorchino annulla un set-point e ottiene il contro-break nel gioco successivo: poco dopo lo spagnolo riagguanta l'avversario sul cinque pari e poi va a vincere 7-5. E sono scambi intensi anche quelli che animano la seconda frazione, con lo spagnolo che fallisce un set point e sul 40-40 arriva l'interruzione per la pioggia. Dopo appena 12 minuti di sospensione il match riprende ed è l'unico set che finisce nelle mani di Federer. Nel quarto Nadal appare in difficoltà ma si salva dallo 0-40. Ma torna a splendere il sole e Nadal toglie ancora la battuta a Federer.

Ancora qualche scambio ed è 6-1 per il signore di Parigi. Che nella Ville Lumiere ritocca in meglio le sue cifre già da record: perchè il maiorchino ha giocato dodici finali del Grande Slam e ne ha perse solo due. Entrambe a Wimbledon (ma l'erba non è la sua superficie) e tutte e due contro Federe.Ma il confronto con lo svizzero è tutto a vantaggio dello spagnolo che a Parigi ha centrato la sua 17/a vittoria contro Federer. E poi c'è il record di Borg: sei titoli a Parigi. Quanto basta per inginocchiarsi e sfiorare quella terra di cui resta re.

Guarda anche:
Roland Garros, sarà ancora Federer-Nadal la finale
Roland Garros in 3D
Sfuma il sogno della Schiavone: il Roland Garros a Li Na

Meglio Nadal o Federer? Discutine nel Forum del tennis

Tutti i siti Sky