Caricamento in corso...
17 giugno 2011

Sorteggi Wimbledon: un anno dopo è ancora Isner-Mahut

print-icon
isn

John Isner e Nicolas Mahut al termine del loro match infinito

Sorteggiati i tabelloni del terzo torneo dello Slam: i protagonisti del match più lungo della storia del tennis si incontreranno ancora al primo turno, forse sul centrale. Nadal-Murray e Federer-Djokovic le ipotetiche semi. Buon sorteggio per la Schiavone

Guida tv: tutto Wimbledon è solo su sky

Terminata la stagione sul rosso e in attesa dell'estate sul cemento americano è l'ora della portata principale per gli amanti del tennis: Wimbledon. Il torneo più prestigioso al mondo inizierà lunedì 20 per concludersi domenica 3 maggio. Il tabellone dei 128 che quest'anno si contenderanno il Championship è stato svelato questa mattina e ha regalato uno di quei colpi di scena che solamente uno sceneggiatore da premio Oscar avrebbe saputo immaginare. In barba alle limitazioni poste da teste di serie e ranking, qualificati e lucky losers, i protagonisti della partita più lunga di sempre nella storia del tennis, proprio a Wimbledon lo scorso anno, si incontreranno di nuovo al primo turno. L'americano John Isner e il francese Nicolas Mahut giocheranno la loro prima partita sul "mitico" campo 18? Sembrerebbe di no, dato che Mahut aveva espresso il desiderio di non ritornare più sul luogo della tragedia sportiva. Dato l'altissimo interesse che un match del genere dovrebbe suscitare, per i due potrebbero anche aprirsi le porte del centrale.

I magnifici 4 – Le teste di serie erano state svelate già mercoledì, e avevano decretato senza grandi sorprese Nadal numero 1 e Djokovic numero 2. Ancora una volta dopo Parigi, dunque, al serbo basterà arrivare in finale per conquistare la prima posizione del ranking mondiale indipendentemente dai risultati dello spagnolo. E ancora una volta sulla strada verso il suo obiettivo  potrebbe incontrare Roger Federer, sorteggiato nella parte bassa del tabellone e quindi ipotetico rivale del serbo in semifinale. Nella parte alta con Rafa ci sarà invece Andy Murray, sostenuto del pubblico di casa in attesa sempre più fremente che un britannico torni a vincere un torneo dello Slam. I primi turni dovrebbero essere una formalità per le prime quattro teste di serie (Nadal-Russell, Djokovic-Chardy, Federer-Kukushkin e Murray-Gimeno Traver), mentre il percorso si farebbe impegnativo per il numero uno del mondo nei turni successivi, dove potrebbe incontrare prima Raonic e Del Potro agli ottavi. Quarto di tabellone piuttosto agevole per Federer, meno per Djokovic e soprattutto Murray, inserito in una parte di tabellone ricca di talento. Nei primi turni sfide interessanti fra Cilic-Ljubicic, Stepanek-Verdasco, Baghdatis-Blake e Nishikori-Hewitt.

Gli italiani – Percorso duro per gli azzurri: Fabio Fognini se la dovrà vedere subito con Raonic, 196 centimetri di altezza e un servizio letale, specie sul veloce. Per Potito Starace ci sarà il numero due di Svizzera Wawrinka, mentre Volandri affronterà il finalista a sorpresa del 2010 Tomas Berdych. Buono invece l'esordio per Seppi, che affronterà lo spagnolo Montanes, sicuramente più a suo agio su altre superfici.

Il tabellone femminile – La differenza di classifica fra le sorelle Williams non preclude la possibilità di una quinta finale all'All England Club tra le due ragazze americane, posizionate ai lati opposti del tabellone (Rezai e Amanmuradova al primo turno rispettivamente per Serena e Venus). La numero uno del mondo Caroline Wozniacki esordirà contro Arantxa Parra Santonja mentre dalla parte opposta del tabellone la numero 2 Vera Zvonareva affronterà Alison Riske. La cinese Li, campionessa a Parigi, se la vedrà invece con la Kudryavtseva, mentre per Francesca Schiavone (numero 6 del seeding), ci sarà Jelena Dokic. Superato il primo ostacolo, per Francesca il percorso non dovrebbe presentare scossoni fino agli eventuali quarti di finale.

Le altre azzurre e la "sorpresa" Giorgi – Detto della Leonessa, Flavia Pennetta affronterà la romena Begu, numero 79 del ranking, nel suo match d'esordio. Primo turno morbido anche per Roberta Vinci contro la Dushevina, più dure le sfide di Oprandi, Brianti ed Errani rispettivamente contro Dominguez Lino, Kirilenko e Kanepi. C'è poi grande curiosità attorno a Camila Giorgi, 19enne di Macerata numero 172 del ranking che accede per la prima volta al tabellone principale di un torneo dello Slam dopo aver passato i tre turni di qualificazione e attende ora di scoprire la sua avversaria.

Tutti i siti Sky