Caricamento in corso...
30 giugno 2012

Wimbledon, spegni la Lucic e Vinci. Schiavone avanti

print-icon
rob

Dopo Giorgi e Schiavone anche Roberta Vinci agli ottavi di Wimbledon

Sull'erba di Londra la milanese apre il pomeriggio azzurro battendo la Zakopalova, la tarantina lo conclude vendicando la sconfitta di Sara Errani, fermata dalla kazaka Shevdova

Ne perde per strada una, ma nel sabato londinese l'Italia si comunque tiene due ragazze in corsa per gli ottavi di Wimbledon, cui va aggiunta Camila Giorgi (reduce dal successo di ieri).

Sara Errani non ha avuto neanche il tempo per capire cosa stesse succedendo, e Yaroslava Shevdova era già avanti di un set: 6-0 in 15 minuti. Ha cercato di entrare in partita nel secondo set, ma ormai era troppo tardi per entrare in partita: la kazala lo ha chiuso 6-4 in poco più di mezz'ora. All'azzurra resta il doppio in coppia con Roberta Vinci, prossime avversarie Urszula e Agnieszka Radwanska (prossima avversaria di Camila Giorgi).
La stessa Roberta Vinci ha rischiato contro la croata Mirjana Lucic: due set lottati, chiusi solo al tie break grazie alla maggior lucidità nei momenti decisivi, 7-6, 7-6 e via agli ottavi.
Più facile è stato il match della veterana del gruppo, Francesca Schiavone, che ha vinto 6-0 6-4 contro Klara Zakopalova, ora l'obiettivo è superare il miglior risultato raggiunto a Londra, i quarti del 2009. Per farcela dovrà inventarsi erbivora e battere Petra Kvitova, che si è sbarazzata di Varvara Lepchenko 6-1 6-0, ma soprattutto che ha vinto Wimbledon l'anno scorso.

Tutto questo è successo mentre sul Campo Centrale, davanti a un Royal Box Reale, Serena Williams ha dovuto fare gli straordinari contro la cinese Jie Zheng, prima di vincere 9-7 al terzo set. Altri big che passano alla seconda settimana sono Ivanovic, Azarenka e Kohlschreiber. Proprio quest'ultimo ha eliminato il ceco Rosol, protagonista a sorpresa contro Rafael Nadal. Avanti anche David Ferrer che ha fatto fuori Roddick in quattro set. Così come Tsonga 6-4,  6-3, 6-3 a Lacko e Cilic, 7-6 (8-6), 6-4, 6-7 (2-7), 6-7 (3-7), 17-15, a Querrey. L'unico superstite americano tra gli uomini e Mardy Fish che ha battuto in tre set il belga Goffin.

Tutti i siti Sky