Caricamento in corso...
03 febbraio 2013

Coppa Davis, Italia ai quarti dopo 15 anni. Croazia battuta

print-icon
fog

Fognini qualifica l'Italia ai quarti di finale della Coppa Davis

Gli azzurri sono dunque tra le primo otto del mondo, un traguardo che mancava dal lontano 1998: il punto decisivo, quello del 3-2 nel primo turno sulla Croazia, porta la firma di Fabio Fognini, che ha superato Ivan Dodig in quattro set

L'Italia si qualifica ai quarti di finale della Coppa Davis di tennis, per la prima volta dopo quindici anni. Gli azzurri hanno superato nel primo turno del gruppo Mondiale a Torino la Croazia 3-2. Il punto decisivo lo ha messo a segno Fabio Fognini, che nell'ultima partita ha battuto Ivan Dodig in quattro set: 4-6, 6-4, 6-4, 6-4. Nel match precedente Marin Cilic aveva battuto Andreas Seppi in tre set 6-3, 6-3, 7-5. Non brillante la prova dell'altoatesino che aveva combattuto ad armi pari solo nel terzo set quando ha sprecato una buona occasione di allungare il match dopo essere stato in vantaggio 5-3.

"E' stata dura, tanto dura, però con tanta emozione perché sono riuscito a stare in campo sul 2-2, e nessuno l'avrebbe detto". Fabio Fognini, il match winner di Italia-Croazia, non nasconde la gioia per avere regalato agli azzurri il punto decisivo per l'approdo ai quarti
di Coppa Davis. Una vittoria su Dodig giunta dopo due giornate davvero difficili per il ligure, costretto a saltare l'esordio in singolare per uno stato febbrile che lo aveva messo ko.

"Lo staff è stato magico, non solo io di testa - spiega a SuperTennis il ligure - Sono stati giorni duri, mi hanno rimesso in piedi e finalmente siamo al secondo turno dopo tanto tempo: la soddisfazione è maggiore". La sconfitta di Seppi non ha modificato il suo stato d'animo: "Andreas poteva perdere, Cilic ha giocato bene, però questo è lo sport e già da ieri parlavamo di prepararci ad un eventuale 2-2. Speravo che Andreas vincesse ma ero pronto per prendermi questa rivincita".

Tutti i siti Sky