Caricamento in corso...
23 marzo 2013

Miami, tripletta azzurra: avanti Seppi, Vinci ed Errani

print-icon
ten

Andreas Seppi arriva a Miami dopo il secondo turno di Indian Wells (Foto Getty)

Il bolzanino batte Bedene e segue l'esempio di Fognini, Bolelli si ritira. L'Italia resta in Florida anche nel tabellone femminile. La Azarenka e Venus Williams danno forfait, mentre Djokovic è una garanzia. Avanti anche Murray, Berdych e Tsonga

Esordio complicato ma vincente per Andreas Seppi nel secondo turno del Masters 1000 di Key Biscayne, Miami, torneo da 4.330.625 dollari di montepremi che si gioca sui campi in cemento di Crandon Park. Il tennista altoatesino, che in qualità di testa di serie numero 16 ha usufruito di un bye al primo turno, ha battuto per 7-5 5-7 7-5 lo sloveno Aljaz Bedene, numero 77 del ranking, al termine di un incontro durato 2 ore e 37 minuti. Al terzo turno l'azzurro affronterà Thomaz Bellucci, sbarazzatosi in tre set del polacco Jerzy Janowicz.
Si conclude in modo prematuro, invece, la sfida tra Simone Bolelli e Grigor Dimitrov, classe 1991 e numero 32 del mondo. Il bolognese si è ritirato all'inizio del secondo set, sul punteggio di 6-4 1-1 in favore del talentuoso bulgaro.

Pronostici confermati
, scivolone Del Potro - Tra i favoriti del torneo nessun problema per il leader del tennis mondiale, Novak Djokovic, che ha eliminato il ceco Lukas Rosol 6-1 6-0. Juan Martin Del Potro è invece la vittima illustre del secondo turno dell'Atp Masters 1000 di Miami. L'argentino, testa di serie numero 5, all'esordio nel torneo va al tappeto contro il tedesco Tobias Kamke, numero 89 del ranking, che si impone per 7-6 (5), 6-1. Da ricondurre al polso sinistro dolorante il flop del 24enne di Tandil. Avanza agevolmente Andy Murray, 2° nel seeding, che travolge 6-3 6-1 l'australiano Bernard Tomic. Impiegano più di due ore, invece, Tomas Berdych e John Isner per accedere al terzo turno del tabellone: il ceco, testa di serie numero 4, supera 5-7 7-6 (3) 6-2 lo spagnolo Gimeno-Traver, mentre l'americano soffre ma liquida il croato Ivan Dodig 4-6 7-5 7-6 (5). Bene i transalpini Tsonga, 7-6 (6) 6-3 al serbo Troicki, e Gasquet (7-5 6-2 a Rochus), senza problemi anche Marin Cilic, Nicolas Almagro e Milos Raonic.

Bene le azzurre, l'Azarenka dà forfait -
Roberta Vinci dà il buon esempio, Sara Errani lo segue alla perfezione: entrambe le azzurre superano il secondo turno sul cemento di Miami, obiettivo raggiunto nel tabellone maschile anche da Fabio Fognini.
Match più faticoso del previsto per Roberta Vinci, che si libera della statunitense Christina McHale solo al terzo set: 6-7 6-1 6-3 il risultato finale, il prossimo ostacolo si chiama Carla Suarez-Navarro, numero 20 del seeding. Conclude il proprio impegno in due set, 6-3 6-1, Sara Errani, contro la slovacca Daniela Hantuchova. Al terzo turno l'aspetta la romena Simona Halep.
Lascia la Florida Victoria Azarenka, che ha dato forfait ancor prima di esordire contro l'americana Madison Keys, a causa di un problema alla caviglia destra.

La schiena tradisce Venus -
Venus Williams, testa di serie n.19, ha dichiarato forfait poco prima di scendere in campo per il suo incontro del terzo turno a causa di un problema alla schiena. La statunitense avrebbe dovuto affrontare la connazionale Sloane Stephens, 20 anni, per un posto negli ottavi del torneo che ha vinto tre volte, l'ultima nel 2001. Venus Williams, 32 anni, giocava a Miami solo il terzo torneo della stagione e veniva dalla sconfitta incassata a sorpresa, in semifinale, a Florianopolis contro la russa Olga Puchkova, n. 109 del mondo.

Tutti i siti Sky