Caricamento in corso...
13 maggio 2013

Roma, Djokovic lancia la sfida a Nadal. Oggi Seppi-Fognini

print-icon
djo

Nadal lancia la sfida a Djokovic per gli Internazionali d'Italia: "E' l'uomo da battere" (Foto Getty)

Al Foro Italico si giocano gli Internazionali Bnl d'Italia e il serbo riconosce la forza dello spagnolo: "Sono convinto che resti il giocatore da battere sulla terra. Su questa superficie è il migliore al mondo". Intanto è subito derby azzurro

"Sono convinto che Nadal resta il giocatore da battere sulla terra. Su questa superficie è il migliore al mondo, non c'è dubbio, lo dicono i risultati degli ultimi anni. Ma ci sono altri giocatori che possono vincere qui a Roma, vedremo". Novak Djokovic lancia la sfida a Rafa Nadal, campione uscente agli Internazionali Bnl d'Italia di tennis e fresco vincitore a Madrid sullo svizzero Wawrinka. Il giocatore serbo andrà a caccia della rivincita dopo la finale persa lo scorso anno al Foro Italico proprio per mano del maiorchino. I due però, a differenza del passato, sicuramente non torneranno ad affrontarsi per il titolo nell'atto conclusivo visto che sono stati sorteggiati nella stessa parte del tabellone principale.
"Mi sento bene, ho sensazioni positive. Qui mi sento come se fossi a casa. Amo l'Italia, amo Roma - ha aggiunto Djokovic - anche oggi, come negli anni scorsi, mentre mi allenavo sentivo tantissimi ragazzi che urlavano il mio nome. Questo è bellissimo, adoro essere accolto e sentire l'affetto di chi mi segue". "Il Roland Garros? Non ci penso, ora sono concentrato solo su questo torneo, punto a trovare la migliore condizione come a Montecarlo. Qui a Roma ci sono tanti grandi giocatori, non sarà facile".

Federer e Murray -
A cercare il successo sulla terra di Roma, tra le poche città in cui non è ancora mai riuscito ad esultare, ci sarà anche Roger Federer, sbarcato nella Capitale dopo il ko in Spagna con Nishikori. "A Madrid c'era un campo veloce, un fastidioso gioco di luci ed ombre, era il mio primo torneo dopo una lunga assenza - ha spiegato il tennista svizzero - Capisco le critiche che ricevo adesso, quando le cose vanno bene nessuno osa criticarti. Per me ora è importante concentrarmi, trovare fiducia sulla terra".
Discorso simile a quello di Andy Murray, numero tre del seeding. "A Madrid non ho giocato male, ho avuto tempo per prepararmi, è stata una settimana accettabile. Qui a Roma per me è importante far bene, trovare buone sensazioni - le parole dello scozzese - Sulla terra rossa sono più a mio agio adesso rispetto a un paio di anni fa, ma mi servono sempre due o tre settimane per trovare sensazioni buone su questa superficie". "Nadal? Sono molto impressionato dal suo rientro e sarà interessante vedere se riuscirà a mantenere questo standard. Il suo record sulla terra prima dell'infortunio era incredibile ed anche ora, nonostante una pausa di sette mesi, resta una spanna sopra agli altri su questa superficie". Insomma, ancora una volta al Foro Italico sarà Nadal contro tutti.

Derby Fognini-Seppi -
Intanto oggi al Foro Italico c'è già un derby. E' quello tra i due azzurri Seppi e Fognini: il tabellone ha voluto subito questa sfida.

Tutti i siti Sky