Caricamento in corso...
13 settembre 2014

Davis, orgoglio azzurro: Fognini e Bolelli riaprono i giochi

print-icon
gio

La gioia di Fognini e Bolelli, per fare l'impresa dovranno vincere entrambi i singolari di domenica

Dopo il 2-0 del primo giorno di singolari, un doppio interminabile concede alla squadra di Barazzutti di portare gli avversari alla domenica. Decisive le sfide tra i numeri uno e due di Italia e Svizzera. Andranno vinte entrambe

Con un doppio interminabile a Ginevra Fabio Fognini e Simone Bolelli riaprono i giochi della semifinale di Coppa Davis. E lo fanno con orgoglio riuscendo a piegare il doppio svizzero formato da Stanislas Wawrinka e Marco Chiudinelli. Dopo il 2-0 della prima giornata di singolari, il capitano elvetico Severin Lüthi ha deciso di tenere a riposo Roger Federer: al suo posto Marco Chiudinelli (161esimo del Ranking Atp). Dopo la pretattica iniziale, invece, Corrado Barazzutti ha messo da parte il doppio inserito il giorno del sorteggio (Seppi/Lorenzi), per affidarsi nuovamente alla coppia che in Davis, ha ottenuto diversi risultati importanti (Fognini e Bolelli).

In campo l’orgoglio azzurro si vede subito: primo set dopo un’ora e due minuti agli azzurri 7-5. A quel punto la Svizzera si scuote e riesce a chiudere il secondo parziale 6-3 (in 41 minuti), e il terzo 7-5 (in 54 minuti). Ma gli azzurri sono lì, non vogliono mollare e nel quarto set, passano 6-3 in 37 minuti dopo un break ottenuto sul servizio di Stanislas Wawrinka. Gli svizzeri sembrano mollare e, nel quinto set, gli azzurri ottengono una palla break molto presto (sull’1-1). La Svizzera tenta di scuotersi e di recuperare immediatamente sul successivo servizio di Fognini e ci va vicinissima: ma Wawrinka e Chiudinelli non riescono a sfruttare ben quattro palle break. Ed è il doppio azzurro a rubare di nuovo il servizio agli avversari. Il quinto set si chiude sul 6-2. Risultato non scontato

E ora, sul 2-1 saranno fondamentali i singolari di oggi. E’ un’impresa quasi impossibile e sulla carta, i nostri sono nettamente sfavoriti. Ma la Davis è la Davis e spesso cambia gli equilibri.  

Tutti i siti Sky