Caricamento in corso...
29 gennaio 2015

Australia, impresa doppio Fognini-Bolelli. E' finale azzurra

print-icon

La coppia italiana ha battuto in semifinale Tecau-Rojer, al terzo set. Prima finale azzurra di doppio maschile in un torneo dello Slam nell'era open. Nel singolo femminile finale tra Williams e Sharapova. Berdych ko in 4 set e Murray primo finalista

Impresa di Fabio Fognini e Simone Bolelli, che si sono qualificati per la finale degli Australian Open battendo per 6-4, 3-6, 6-3 la coppia formata dall'olandese Jean-Julien Roger e dal romeno Horia Tecau. E' la prima volta che due azzurri raggiungono la finale di un torneo Slam dal 1959, quando vi riuscirono a Parigi Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola, che poi vinsero il Roland Garros.

Per il 27enne ligure e il 29enne bolognese era la terza semifinale in uno Slam dopo Us Open 2011 e Australian Open 2013. Sabato, Fabio Fognini e Simone Bolelli affronteranno i francesi Pierre-Hugues Herbert e Nicolas Mahut, che hanno superato il croato Ivan Dodig e il brasiliano Marcelo Melo per 6-4, 6-7 (5), 7-6 (5).

"Ora speriamo di riscrivere la storia portando a casa il titolo" - Simone Bolelli è felice -  nel terzo set contro Rojer e Tecau eravamo sotto di un break". "Essere affiatati è fondamentale - spiega Fognini - sostenendoci a vicenda siamo riusciti a restare in partita dopo il break subito nel terzo set. La chiave è  stata non mollare di un millimetro. Ora ci vogliamo godere questo momento. Dopo due semifinali perse (nel 2011 agli Us Open e nel 2013 a Melbourne, ndr) ecco la prima finale di Slam in doppio. E' un altro pezzettino di storia del tennis italiano", si compiace il 27enne ligure.

La finale - Sabato avranno dall'altra parte della rete i francesi Pierre-Hugues Herbert e Nicolas Mahut. "Anche se giocavano qui insieme per la prima volta sono affiatati e soprattutto sono una coppia di specialisti. Noi siamo un doppio atipico, ci piace giocare da fondo per poi andare avanti", precisa Bolelli. "Anche per loro è la prima finale in un major. Tensione ed emozione saranno le stesse per tutti", sottolinea. I francesi giocano con la scritta Je suis Charlie sulle maglie. "Dopo la tragedia di qualche settimana fa con gli attacchi terroristici a Parigi è un momento particolare", spiega Fabio. "La metteremmo anche noi se ci chiedessero di indossarla". I vincitori del doppio si divideranno un compenso di 575 mila dollari australiani, circa 400 mila euro. "Bene, io ho comprato casa a Barcellona", sorride Fognini. "E io devo cambiare auto", gli fa eco Bolelli.

Finale donne, Williams-Sharapova - Serena Williams e Maria Sharapova si  sfideranno nella finale femminile dell'Australian Open. Le due  migliori giocatrici del mondo non hanno concesso nemmeno un set alle  rispettive avversarie in semifinale. La statunitense Williams, n.1 del ranking e del seeding, ha dovuto però sudare più del previsto nel  primo set contro la teenager e connazionale Madison Keys, sconfitta  per 7-6 (7-5), 6-2. La Williams raggiunge la 23esima finale in carriera in un torneo  dello Slam (18 i trofei messi in bacheca) ed è sicura di restare in vetta alla classifica mondiale a prescindere dall'esito della finale. La  campionessa Usa ha trionfato in Australia cinque volte (2003, 2005,  2007, 2009 e 2010), mentre la Sharapova cerca il bis dopo il successo  del 2008.

Andy Murray il primo finalista dell'Australian Open
-  Lo scozzese, numero 6 del mondo e del seeding, ha battuto il ceco Tomas Berdych, numero 7 del ranking Atp e del tabellone, con il punteggio di 6-7 (6-8), 6-0, 6-3, 7-5 in tre ore e 25 minuti di gioco. Murray affronterà in finale il vincente della seconda semifinale in programma domani tra il serbo Novak Djokovic, numero 1 del mondo e del seeding, e lo svizzero Stan  Wawrinka, numero 4 del ranking Atp e del tabellone. Per il 27enne  scozzese si tratterà dell'ottava finale in un major, nelle precedenti sette ha un bilancio di 2 vittorie e 5 sconfitte.

Tutti i siti Sky