Caricamento in corso...
06 novembre 2011

Tris dell'Italvolley: ko anche la Repubblica Dominicana

print-icon

Le azzurre di Massimo Barbolini, nel terzo match della World Cup 2011, si impongono sulle avversarie con un netto 3 a 0 (28-26, 25-13, 25-12). Dopo un primo set combattuto hanno dominato la partita. Prossima sfida martedì contro l'Argentina. I VIDEO

Commenta subito la partita nella pagina facebook di Sky Sport

FOTO
- Le azzurre del volley - il grande album del volley - le pallavoliste più sexy dell'ultimo Europeo - World Cup al via in Giappone. In rete per Sky anche la Piccinini

NEWS:
così su Sky la World Cup 2011

Dopo aver già sconfitto Giappone e Cina, l'Italvolley vince ancora. Nel terzo match della World Cup 2011, che come si sa assegna tre posti per il torneo olimpico di Londra 2012, le azzurre di Massimo Barbolini si impongono sulla Repubblica Dominicana con un netto successo: 3-0 (28-26, 25-13, 25-12). Il prossimo impegno sarà martedì prossimo contro l'Argentina.

di Tommaso Liguori

Dopo 3 giorni di partite intense, la coppa del mondo di volley si prende un giorno di riposo. Per l'Italia di Massimo Barbolini non poteva esserci inizio migliore con un momentaneo secondo posto in classifica, dietro le imbattibili statunitensi. Eppure, il nostro calendario non era facilissimo. Nella gara inaugurale il sestetto azzurro ha dovuto affrontare subito le padrone di casa del Giappone che abbiamo piegato con grande determinazione per 3 a 1, nonostante l'infortunio alla vigilia del nostro unico opposto, Serena Ortolani. Nella seconda giornata, guidate da una magnifica Costagrande, le azzurre hanno dato vita a un'ottima ed entusiasmante rimonta, battendo al tie break la Cina che, prima di questa manifestazione occupava il settimo posto del ranking mondiale. Una vittoria importante soprattutto per il morale perchè le ragazze di Massimo Barbolini hanno dimostrato di avere grande carattere capovolgendo il punteggio che ci vedeva sotto per 2 set a 1 e, addirittura, 8 a 5 nel tie break. Oggi, invece, per l'Italia è giunto il facile successo contro la Repubblica Dominicana con un netto 3 a 0, dopo un primo set molto equilibrato terminato 28 a 26.

Gli 8 punti e il secondo posto in classifica generale, ci possono far tirare un sospiro di sollievo e dare la tranquillità necessaria per preparare al meglio le prossime due abbordabili partite contro Argentina e Algeria, in programma lunedì e martedì prossimo. L'Italia dovrà evitare passi falsi, tentare di non cedere altri set e ricercare i giusti meccanismi di gioco in vista di quelli che saranno, poi, gli incontri decisivi contro Brasile, Serbia, Germania e Stati Uniti, dal 12 al 17 novembre a Sapporo e Tokyo. Quattro scontri diretti uno dietro l'altro, senza respiro, che ci daranno o meno la qualificazione all'Olimpiade di Londra con la possibilità di confermarci al vertice della pallavolo mondiale femminile.

Facendo un bilancio complessivo di questa coppa del mondo, la nazionale che sta impressionando maggiormente è, sicuramente, il sestetto statunitense, primo, con pieno merito, in classifica a punteggio pieno. Gli Usa hanno già messo una bella ipoteca per la vittoria finale grazie alla netta vittoria nella partita d'esordio contro il Brasile. Con i facili successi ottenuti contro la Serbia e, oggi, contro la Corea del Sud la squadra statunitense ha confermato tutta la sua potenza diventando, con molti mesi di anticipo, la squadra da battere alle Olimpiadi di Londra. I valori messi in campo dalle dodici squadre in queste prime tre giornate della coppa del mondo ci dicono anche che il Brasile sembra un gradino sopra le altre nella corsa al secondo posto. Italia e Germania, invece, potrebbero dar vita a un bel duello per la terza posizione.

Per le azzurre molto dipenderà dalla capacità di tenuta fisica della nostra schiacciatrice Carolina Costagrande, attuale top scorer della coppa del mondo con 58 punti, davanti alla statunitense Hooker con 51mentre, l'altra italiana protagonista di tre buone prove, Lucia Bosetti, è attualmente quarta con 43 punti. L'unica squadra che ha un pò deluso le attese non solo per i risultati ma, soprattutto, per il gioco è stata la Serbia che aveva ben impressionato vincendo i recenti campionati europei. Le ragazze di Zoran Terciz sembrano aver smarrito la loro pallavolo frizzante che gli aveva permesso di battere al tie break la Germania, nella finale di Belgrado dei campionati europei. Anche oggi la Serbia ha regalato clamorosamente il primo set al Kenya. Alla fine, probabilmente, conteranno solo gli scontri diretti ma per le campionesse d'Europa non sarà facile recuperare in così pochi giorni.

Ancora una vittoria per le azzurre alla World Cup di volley: come finirà? Fai il tuo pronostico nel Forum

Tutti i siti Sky