Caricamento in corso...
25 novembre 2011

Azzurri, avanti così. L'Italvolley batte gli Stati Uniti

print-icon

Nella quinta partita della World Cup maschile, che si sta giocando in Giappone, la nazionale di Berruto continua a vincere e si impone per 3 a 1 sugli statunitensi. Per ora al quarto posto, si punta al pass per Londra. Prossima sfida contro Cuba. IL VIDEO

Commenta nella pagina Facebook di Sky Sport

FOTO - L'Italvolley femminile vince la World Cup - Le azzurre del volley - il grande album del volley - le pallavoliste più sexy dell'ultimo Europeo

La World Cup 2011 maschile assegnerà tre posti per il torneo olimpico di Londra 2012. Dopo la prima sconfitta con la Russia, il riscatto con l'Egitto, la vittoria sul Brasile e sulla Cina, l'Italvolley si impone anche sugli Stati Uniti (39-41, 22-25, 25-22, 21-25). Gli azzurri sono per ora al quarto posto.

di Tommaso Liguori

E’ stata una maratona. Una partita infinita con il primo set finito 41 a 39 per l’Italia dopo 45 minuti di grande pallavolo. Gli azzurri hanno vinto 3 a 1 contro gli Stati Uniti, una delle rivali nella lotta per la qualificazione olimpica. Per la squadra di Mauro Berruto è un successo che vale doppio perché, evitando il tie-break, abbiamo portato a casa tre punti d’oro che ci proiettano al quarto posto in classifica.

L’Italia è partita contratta, imprecisa in ricezione e in difesa. Nei primi scambi è mancata quella lucidità che abbiamo recuperato piano piano solo nella parte finale della prima frazione dove siamo riusciti ad annullare 7 set point prima di vincere ai vantaggi. Siamo stati bravi a resistere al grande sforzo degli Stati Uniti e con l’ingresso in campo di Parodi abbiamo messo a punto la ricezione.

Nel secondo parziale gli USA sono calati molto in battuta mentre in attacco è completamente sparito Anderson, con Stanley che ha dovuto prendersi sulle spalle il peso di tutte le schiacciate sia da prima che da seconda linea. Ed è stato proprio Stanley il trascinatore della propria formazione nel recupero del terzo set. Un 25 a 22 che poteva tagliare le gambe alla nostra squadra, soprattutto, da un punto di vista psicologico dopo tutta l’energia profusa nei primi due parziali. Invece, anche nel quarto set siamo riusciti a mantenere la calma, a riportare il servizio su livelli eccellenti e a registrare meglio il muro su Stanley. Alla fine Lasko ha messo a segno 25 punti e 20 Savani, ma sono risultati decisivi anche i 4 muri di Mastrangelo.

Non sono mancate le sorprese anche negli altri incontri di questa quinta giornata. Questa mattina c’è stato l’ennesimo successo del’Iran allenato da Julio Velasco. La formazione asiatica ha ottenuto contro l’Argentina, la quarta vittoria in questa coppa del mondo, la seconda consecutiva al tie-break dopo quella di ieri contro la Polonia. Ha, invece, mollato un set all’Egitto la Russia che, evidentemente, non ha smaltito la delusione per la brutta sconfitta contro il Brasile. E, in una competizione così lunga, alla fine anche i parziali persi lungo la strada potrebbero avere una grande importanza visto che, a parità di punti, il primo elemento preso in considerazione per stilare la classifica sarà proprio quello del quoziente set. Un monito che, oggi, più che per la Russia vale specialmente per il Brasile costretto al tie-break contro la Cina che ha strappato alla formazione di Bernardinho i primi due set del torneo. I sudamericani hanno cancellato tutto quello di buono fatto ieri contro la Russia conquistando solo due punti in classifica.

Dopo cinque giornate al comando c’à la Polonia a 13. Russia e Brasile sono seconde a 12 mentre al quarto posto segue l’Italia a 11. Domani giornata di riposo. Ci voleva per l’Italia dopo la lunga partita di oggi. Gli azzurri torneranno in campo domenica contro Cuba; poi sarà la volta della Serbia e dell’Argentina. Il cammino per la qualificazione di Londra è ancora lungo ma battendo gli Stati Uniti abbiamo messo da parte un bel tesoretto.

Tutti i siti Sky