Caricamento in corso...
27 marzo 2012

Bovolenta, dall'autopsia nessuna risposta chiara

print-icon
bov

Vigor Bovolenta, l'atleta morto in campo a soli 37 anni

L'analisi sul corpo del pallavolista della Vigor Forlì morto sabato notte dopo un malore accusato in campo durante la partita contro la Lube Macerata (B2). I funerali mercoledì alle 16 a Taglio di Po (Rovigo). I familiari non concederanno interviste

NEWS - Dramma nel volley: Bovolenta stroncato da un malore al cuore - Non solo Bovolenta: quanti lutti improvvisi nello sport

A poche ore dalla conclusione dell'autopsia su Vigor Bovolenta (iniziata stamattina attorno alle 10.30), non ci sono ancora risposte sulle cause della morte dell'atleta, stroncato a soli 37 anni, dopo essersi sentito male sul campo di Fontescodella, a Macerata, mentre con la maglia del Volley Forlì disputava una partita di B2 contro la Lube Macerata. Bocche cucite fra i periti nominati dal pm Claudio Rastrelli, che si sono riservati 90 giorni di tempo per depositare gli atti.

Si svolgerà comunque mercoledì alle 16, nella Chiesa parrocchiale di Taglio di Po (Rovigo), il funerale di Vigor Bovolenta. I familiari, con una breve nota, hanno anche voluto ringraziare "sentitamente tutti coloro che stanno manifestando il loro affetto, mondo sportivo e non"; ma hanno anche fatto sapere che non saranno disponibili a rilasciare dichiarazioni o interviste. Per il funerale hanno pregato .di non portare fiori "ma opere di bene". 

L'esame autoptico, disposto dal pm Claudio Rastrelli, è stato condotto dal medico legale Mariano Cingolani, dell'Università di Macerata, e dal tossicologo Rino Froldi. All'autopsia partecipava anche un medico nominato dalla famiglia dell'atleta, Alessandro Mattioli, di Roma, mentre fuori ad attendere c'era il legale dei Bovolenta, l'avvocato Alessia Diorio, del foro di Roma.

Tutti i siti Sky