Caricamento in corso...
12 novembre 2014

Iran, almeno le giornaliste potranno vedere le gare maschili

print-icon
ira

Seyed Mohammad Moussavi Eraghi centrale della Nazionale iraniana di volley

Le rappresentanti dei media saranno accreditabili agli incontri di volley degli uomini. Si allentano i divieti imposti al sesso femminile dopo la condanna di Ghoncheh Ghavami che ha scandalizzato l'Occidente

L'Iran allenta il divieto per le donne. Sarà cioè ammessa la presenza di giornaliste e fotografe ai match di volley maschile. La decisione delle autorità di Teheran è arrivata dopo le pressioni della Federazione Internazionale di Volleyball che, per la discriminazione delle donne, aveva negato all'Iran la possibilità di ospitare i mondiali giovanili. D'ora in poi il ministero per la Gioventù e lo Sport rilascerà, quindi, gli accrediti stampa per le partite degli uomini, anche alle donne.

Nei giorni scorsi, la giustizia iraniana aveva condannato a un anno di carcere Ghoncheh Ghavami, la 25enne con doppia nazionalità britannica e iraniana, perchè aveva tentato di entrare come spettatrice a una partita. Ghavami, che studia diritto a Londra ed è diplomata alla Soas, la scuola londinese di Studi orientali e africani, era stata arrestata il 20 giugno per aver manifestato insieme a varie attiviste per i diritti delle donne all'esterno dello stadio Azadi, a Teheran, dove stava giocando la nazionale di volley.

Tutti i siti Sky