Caricamento in corso...
16 luglio 2015

World League: avanti Italia, battuta la Serbia al tie-break

print-icon
vol

Vince l'Italia di Berruto alla Final Six di Rio de Janeiro (Foto da Twitter)

L'Italia strappa una vittoria per 3-2 al tie-break sulla Serbia nella prima gara della Final Six di pallavolo a Rio de Janeiro. Successo importante degli azzurri su una formazione che nella fase intercontinentale li aveva superati 3 volte in 4 incontri

E' una super Italia quella che supera al tie-break 2-3 (23-25, 25-14, 23-25, 25-20, 9-15) la Serbia nella prima gara di Final Six di World League. La Nazionale Italiana, disputando una gara tutto cuore e coraggio, si butta alle spalle i problemi dei giorni precedenti, con i quattro giocatori allontanati dal ritiro, e compie una piccola grande impresa, trascinata dagli uomini di maggiore esperienza come Birarelli, Vettori e Lanza; con grandi difese e un ottimo gioco dal centro.

La partita- Berruto schiera la diagonale Giannelli-Vettori, Birarelli e Mengozzi centrali, Lanza e Antonov martelli, Colaci libero. Dall'altra parte della rete Grbic ha scelto  Jovovic in palleggio, Atanasijevic opposto, Podrascanin e Lisinac al  centro, Ivovic e Petric schiacciatori e Rosic libero. Il primo set ha regalato subito una buona partenza della formazione tricolore che ha  sorpreso gli avversari che da quel momento hanno sempre inseguito (Italia avanti 6-2, 13-6, 22-19) riuscendo per pochissime fasi ad  impattare la gara sul 22-22. Gli Azzurri però, pur raggiunti, non si sono scomposti e hanno continuato a giocare una buona pallavolo finendo per imporsi 25-23.

Nel secondo set la Serbia ha messo all'angolo l'Italia portandosi subito avanti e riuscendo ad imporre il suo ritmo. Berruto ha provato a cambiare qualcosa dando spazio a Saitta, Nelli, Massari e Anzani, ma gli uomini di Grbic hanno fatto proprio il parziale con il punteggio di 25-14. Terzo parziale che sembrava ripercorrere l'andamento del precedente con la Serbia avanti nelle fasi iniziali, ma contrariamente a quanto successo in precedenza Birarelli e compagni sono rimasti attaccati agli avversari riuscendo a cambiare l'inerzia del set, trascinata dai suoi uomini di maggiore esperienza che hanno contributo a riportare l'Italia in vantaggio grazie al 25-23 maturato nel finale.

Nel quarto spazio dall'inizio a Massari e Stankovic al posto di Antonov e Podrascanin con le due squadre che hanno continuato a  giocare palla su palla e con gli Azzurri decisi a non cedere di un  passo di fronte ai tentativi della Serbia di scappare via. La gara è combattuta, ma alla fine sono gli uomini di Grbic a spuntarla 25-20  facilitati da due errori italiani. Nel tie-break l'Italia è super, parte con un 8-1 durante il quale un turno al servizio di Giannelli è micidiale. Avanti 14-6 gli Azzurri subiscono parzialmente la rimonta serba ma alla fine chiudono 15-9.
Mauro Berruto: "Una delle  vittorie più belle" - "Abbiamo desiderato vincere, abbiamo avuto una buona partenza- spiega il ct- poi i ragazzi hanno lottato, sono profondamente orgoglioso. Tutti quelli che sono stati chiamati in causa hanno fatto bene".

Archiviata la bella vittoria con la Serbia, adesso l'Italia dovrà iniziare a pensare alla Polonia, prossima avversaria.




Tutti i siti Sky