Caricamento in corso...
01 ottobre 2015

Russia troppo forte: battuta una buona Italia per 3-1

print-icon

Dopo la vittoria sulla Croazia, sfuma il sogno europeo delle azzurre che cedono a un avversario di grandissimo livello (30-28, 20-25, 25-23, 25-20 i parziali). Non basta l'ottima prova di Chirichella

Nulla da fare per l'Italvolley sconfitta in quattro set dalla Russia ai quarti di finale dell'Europeo. Davvero un peccato per come si era messa la gara: al primo e al terzo set le azzurre hanno dato l'impressione di poter piegare la resistenza delle campionesse olimpiche in carica.  

Primo set alla pari - Grandissimo rammarico per il primo set perso 30-28. Le azzurre partono bene e sono avanti di due punti al primo time out tecnico (6-8). Anche al rientro sono le ragazze di Bonitta che premono sull’acceleratore e si portano sul 11-16. A questo punto tornano in partita le russe grazie al loro muro alto e granitico (16-16). Guiggi e compagne non si lasciano intimidire dalla prepotente rimonta, si gioca punto a punto fino al 24-22 per le campionesse in carica della Russia. L’Italia ha la forza di annullare i primi due set point (24-24), a questo punto Bonitta cambia la palleggiatrice: entra Malinov per Lo Bianco. In campo regna la confusione: l’Italia protesta per un punto concesso alla Russia sul set point a favore con la palla che era stata difesa da Bosetti ma che l’arbitro giudica a terra. Le azzurre si innervosiscono e dopo aver annullato 5 set point cedono al sesto: il set va alla Russia 30-28.
 

Riscatto nel secondo parziale - Come se non fosse successo nulla, l’Italia rientra in campo con la capitana Antonella Del Core in sestetto al posto di Caterina Bosetti e con Lo Bianco che riprende il posto in palleggio. Le azzurre alzano il livello degli attacchi ma soprattutto del muro: Chirichella e Guiggi dettano legge sotto rete: al secondo time out tecnico l’Italia è avanti 8-16. Al rientro in campo le russe provano a tornare in partita ma lo svantaggio è troppo ampio: Valentina Diouf mette giù il primo dei quattro set point a disposizione e regala all’Italia il secondo parziale che finisce 20-25.
 

Terzo set, la rimonta non basta - Esattamente come avvenuto nel primo, grandi rimpianti anche nel terzo set. Partono meglio le russe che ritrovano il servizio ed efficacia a muro portandosi fino al 10-5.  Dura poco: con il carattere, la classe e l’organizzazione l’Italia ritorna in partita e va al secondo time out avanti di un punto (15-16). Da questo momento si gioca punto a punto. L’Italia prende un piccolo break di vantaggio sul 19-21 ma il ritorno delle russe è prepotente (23-23). Un attacco vincente e un ace regalano il definitivo 25-23 a Goncharova e compagne.
 

Nel quarto e decisivo set le russe conducono dal primo all'ultimo punto. A nulla serve il tentativo di rimonta italiana che si riporta sotto fino al 21-19. Nel momento decisivo, le campionesse in carica fanno valere la maggiore esperienza e la maggiore abitudine a giocare partite così importanti. Il set finisce 25-20 per la Russia che vola meritatamente in finale.

Tutti i siti Sky