Caricamento in corso...
08 settembre 2008

Triboli, un bronzo che vale oro

print-icon
tri

Fabio Triboli, detto Fesi, ha vinto la prima medaglia per l'italia alle Paralimpiadi. Ha una disabilità ad un braccio causata da un incidente automobilistico

Prima medaglia per l'Italia ai Giochi Paralimpici: il ciclista azzurro conquista il terzo gradino del podio nella catgoria LC1. Trionfa l'australiano Gallagher, argento al tedesco Ghor

Avanti tutta - Prima medaglia per l'Italia ai XIII Giochi Paralimpici di Pechino 2008. Fabio Triboli ha conquistato il bronzo nell'inseguimento su pista di categoria LC1 sulla distanza di 4 km. Nella finale per il terzo e quarto posto, l'azzurro ha sconfitto il brasiliano Soelito Gohr, portando a casa il primo podio di questi Giochi per la nostra spedizione. La vittoria è andata all'australiano Michael Gallagher che, in finale, ha battuto il tedesco Wolfgang Gohr. Nato a Lecco nel 1966, Triboli gareggia per le Fiamme Azzurre dal 2002. Sposato con 3 figli, metalmeccanico, appassionato di trekking, gareggia fra i disabili in seguito ad un incidente automobilistico. Ha già nel suo palmares un argento e un bronzo alle Paralimpiadi di Atene nel 2004. A livello italiano ha vinto 14 medaglie d'oro ai campionati nazionali fra il 2002 e il 2007 nelle specialità inseguimento, cronometro e corsa su strada, mentre a livello europeo ha conquistato l'oro su strada nel 2007.

 

Tutti i siti Sky