02 dicembre 2008

Armstrong: ho fiducia nel Tour, lavorerò per il mio team

print-icon
arm

Lance fa capolino alle spalle di Contador, con lui leader della Astana

"Mi fido della nuova leadership del Tour", ha detto il sette volte vincitore della Grande Boucle dal ritiro della Astana a Tenerife, alle Canarie. E il compagno di squadra, lo spagnolo Contador: "La sua grande esperienza ci aiuterà"

La "fiducia" di Lance Armstrong nella nuova direzione del Tour de France è stata la chiave  per la conferma del ritorno dello statunitense alla più importante prova del ciclismo mondiale. "Mi fido della nuova leadership del Tour", ha detto oggi il sette volte campione del Tour. "Farò il mio lavoro per la squadra durante il Tour", ha aggiunto il 37enne ciclista a Tenerife, dove prepara la stagione 2009 insieme al team Astana.

Lo spagnolo Alberto Contador, compagno di squadra di  Armstrong e vincitore del Tour 2007, ha elogiato a Tenerife la decisione del campione americano. "La sua grande esperienza ci aiutera'", ha spiegato Contador che si sta rimettendo da un'operazione alla quale è stato sottoposto la settimana scorsa. "Non è chiaro quale sia la sua forma attuale, ma ci renderà migliori, Armstrong è molto importante per il Tour", ha  aggiunto lo spagnolo, che ha ribadito come il suo obbiettivo per il  2009 sia quello di vincere la Grande Boucle.

Armstrong si era ritirato dal ciclismo professionistico il 24 luglio 2005, dopo aver vinto il suo settimo  Tour. A settembre 2008 il corridore ha annunciato il suo ritorno alle competizioni a partire dal prossimo anno, motivato dalla lotta contro il cancro. Lo sportivo statunitense ha sconfitto un cancro ai testicoli e da allora approfitta del suo successo come ciclista per promuovere questa causa. Nonostante tutto, la sua partecipazione al Tour de France è stata un'incognita fino a lunedì, anche per paura di ricevere attacchi dai tifosi francesi. "Esistono sentimenti di  aggressività e di collera in Francia nei miei confronti. Se la gente crede a quello che legge, la mia sicurezza potrebbe essere in pericolo", ha spiegato Armstrong.

Lo stesso campione aveva lanciato l'allarme il mese scorso. Quando gli domandarono se aveva paura di possibili aggressioni al Tour del 2009, Armstrong rispose che "ci sono direttori di squadre francesi che hanno incitato la gente a scendere in strada... è molto emozionale e pericoloso". La figura dello statunitense è molto discussa in Francia, perché alcuni tifosi credono che sia riuscito a conquistare  sette titoli de Tour aiutato da sostanze proibite. Il suo atteggiamento distante e riservato, come l'uso di una guardia del corpo, gli ha fatto 'vincere' l'antipatia dei tifosi del ciclismo.

Tutti i siti Sky