Caricamento in corso...
03 dicembre 2008

Pistol Pete spara sugli Usa: "Tra 40 anni un altro numero 1"

print-icon
rog

Pete Sampras non ha lesinato critiche al tennis americano e poi si è detto sicuro che Roger Federer tornerà numero 1

TENNIS. Sampras è intervenuto sulla crisi del tennis statunitense bocciando gli attuali atleti a stelle e strisce, Roddick e J. Blake. Poi il pronostico: "Federer tornerà il migliore e batterà il mio record di Slam vinti"

Lui e André Agassi, indimenticati campioni che hanno dato vita a sfide memorabili nel passato, ormai ex giocatori i più bravi del tennis americano, gli ultimi a vestire i panni di numeri uno del ranking mondiale. Pete Sampras ha voluto dire la sua sulla crisi che attanaglia il tennis statunitenso, senza successi da troppo tempo, surclassato dallo strapotere di Roger Federer prima e di Rafael Nadal poi. Quattordici Slam vinti e una profezia che suona come una condanna: solo tra quarant'anni gli Stati Uniti potranno vedere un loro figlio di nuovo sul tetto del mondo.

Sampras è stato il giocatore di riferimento nel tennis mondiale negli anni '90, mantenendo il numero uno del ranking per sei anni, dal 1993 al 1998, e uomo di punta in una generazione di fenomeni del tennis a stelle e strisce, che poteva contare su campioni come Jim Courier, André Agassi o Michael Chang. Paragonando questa generazione con quella attuale, dove sembrano emergere solo Andy Roddick e James Blake, Sampras dice chiaramente che non sono paragonabili. "Roddick è un gradino sotto gli uomini che sono in vetta alla classifica e Blake è due gradini sotto. Bisognerà sperare di vedere un'altra squadra americana di altissimo livello, tra cinque, dieci o quindici anni. Ma potremmo dover aspettare anche quarant'anni".

L'ex numero uno vuole evitare speculazioni sul suo nome come prossimo capitano della squadra statunitense di Coppa Davis. "In questo momento non penso a diventare capitano di Coppa Davis. Non si può mai dire mai, ma ora ho 37 anni e non è uno dei miei obiettivi", ha aggiunto Sampras.

Il campione americano è l'uomo dei record, tra cui quello dei  14 Slam vinti in carriera. Il suo più immediato inseguitore è lo  svizzero Roger Federer, con 27 anni, e un solo Slam in meno di Sampras. "Credo che Federer voglia tornare presto al numero uno e voglia battere il mio record, chissà magari accadrà a Wimbledon", ha aggiunto lo statunitense. Sampras è convinto inoltre che Federer si riprenderà presto o tardi il numero uno del mondo, scalzando Rafael Nadal. "E' grande lo sforzo che Nadal deve fare per mantenere la testa della classifica e restare in forma. Io credo che sia un vantaggio il fatto che Federer spende meno energie rispetto a Nadal in ogni punto", ha concluso Sampras.

Tutti i siti Sky