02 gennaio 2009

Maxirissa in campo, muore dopo un mese di coma

print-icon
don

Don Sanderson, giocatore non professionista di hockey, è morto dopo circa un mese di coma. Aveva battuto la testa sul ghiaccio durante una rissa

Don Sanderson, 21 anni, giocatore di hockey non professionista dei Dunlops Whitby (Canada), aveva battuto la testa sul ghiaccio durante una lite con un avversario dei Blast di Brantford

INTERVIENI NEI FORUM

Un giocatore di hockey non professionista è morto in Canada in seguito alle ferite riportate in una maxirissa scoppiata in campo. Don Sanderson, uno studente di 21 anni che militava nella squadra dei Dunlops della città di Whitby, in Ontario, il 12 dicembre scorso dopo uno scontro di gioco aveva ingaggiato un lite contro uno dei rivali dei Blast di Brantford, seguita da rissa collettiva. Il giovane aveva perso il caschetto di protezione ed era caduto battendo violentemente la testa sul ghiaccio. E' morto dopo ventuno giorni di coma.

Tutti i siti Sky