02 febbraio 2009

Tutto quel che c'è da sapere sui Mondiali di sci

print-icon
gio

Giorgio Rocca e Manfred Moelgg dopo la doppietta azzurra di Garmisch, nello slalom di domenica

Dai teatri della gare maschili e femminili in Val d'Isere, monte Solaise e Bellevarde, agli azzurri iscritti: record assoluto di altoatesini, 15 "contro" il resto d'Italia (in tutto sono 25). E poi il palmares delle medaglie italiane nella storia

SCARICA IL PROGRAMMA DEI MONDIALI (pdf)

I teatri delle gare -
Due montagne che si fronteggiano con le relative piste e i traguardi uno a ridosso dell'altro: sarà questa la caratteristica, anche dal punto di vista tecnico e non solo spettacolare, dei Mondiali della Val d'Isere. A sinistra il monte Solaise, con i suoi 2.536 metri, che ospiterà discesa, supergigante e combinata donne. A destra la famosissima Bellevarde, quota 2.807 metri, con tutte le gare uomini e in più slalom e gigante donne, su un tracciato estremamente ripido e spettacolare. La Bellevarde è la montagna su cui trionfò sia in slalom che in gigante Alberto Tomba nel 1992, alle Olimpiadi di Albertville, con le gare di sci alpino disputate proprio in Val d'Isere.

Record di azzurri altoatesini - Come si conviene ad una provincia tipicamente alpina come quella di Bolzano, sono ben 15 gli atleti altoatesini che parteciperanno ai Mondiali della Val d'Isere, costituendo la maggioranza assoluta della Nazionale azzurra, che conta su 25 convocati. Gli uomini sono Manfred Moelgg, Peter Fill, Christof Innerhofer, Werner Heel, Patrick Thaler, Stefan Thanei, Patrick Staudacher e Alexander Ploner. Le donne sono invece Denise Karbon, Manuela Moelgg, Karen Putzer, Lucia Recchia, Nicole Gius, Verena Stuffer e Hanna Schnarf. Inoltre tre di questi atleti - i fratelli Moelgg e Alexander Ploner - vengono dallo stesso paese, San Vigilio di Marebbe, comune ladino di 2.600 abitanti. I convocati non dell'Alto Adige sono, per gli uomini, Giorgio Rocca, Giuliano Razzoli, Massimiliano Blardone, Davide Simoncelli e Cristian Deville; per le donne, Nadia Fanchini, Daniela Merighetti, Wendy Siorpaes, Irene Curtoni e Camilla Alfieri.

Il palmarés azzurro - L'Italia ha conquistato 56 medaglie nei 29 Campionati del mondo di sci alpino disputati finora: 19 d'oro, 18 d'argento e 19 di bronzo. Per l'Italia il record di ori ce l'ha Deborah Compagnoni, con 3 titoli conquistati tra Sierra Nevada 1996 e Sestriere 1997. Altre due medaglie d'oro sono poi state vinte da Alberto Tomba (Sierra Nevada 1996), Isolde Kostner (Sierra Nevada 1996 e Sestriere 1997), Gustav Thoeni (St. Moritz 1974), Zeno Colò (Aspen 1950). Sono invece tre gli azzurri che partecipano ai Mondiali della Val d'Isere avendo al collo medaglie conquistate nelle ultime competizioni iridate del 2007 a Aare, in Svezia. Si tratta di Patrick Staudacher, campione del mondo di supergigante, che in quanto tale partecipa di diritto ai Mondiali della Val d'Isere in aggiunta al quartetto di atleti che ogni Nazionale può inviare alla competizione iridata per ciascuna specialità. C'è poi Manfred Moelgg, medaglia d'argento in slalom speciale ad Aare. Terza azzurra con medaglia al collo che sara' in Val d'Isere, Denise Karbon, bronzo in gigante ad Aare.

Tutti i siti Sky