Caricamento in corso...
15 febbraio 2009

Zoeggeler non si ferma più, ecco l'ottava meraviglia

print-icon
zoe

L'azzurro ha conquistato con una prova d'anticipo l'ottava Coppa del Mondo di slittino della carriera vincendo a Calgary: quarantacinquesima affermazione della carriera, quinta stagionale. GUARDA IL VIDEO

COMMENTA NEL NOSTRO FORUM

Successi azzurri nelle prove dello slittino di Calgary. Nel singolo, Armin Zoeggeler ha conquistato con una prova d'anticipo l'ottava Coppa del Mondo di slittino della carriera vincendo la prova: quarantacinquesima affermazione della carriera, quinta stagionale. Il carabiniere di Foiana ha preceduto di 0"315 il tedesco Felix Loch e di 0"421 il russo Alex Demtschenko. "Sono veramente contento di avere chiuso il discorso in anticipo- ha spiegato Zoeggeler- La pista di Calgary mi piace molto e riesco a guidarla bene, il mio successo è di tutta la squadra, ma la stagione non è ancora finita perché la settimana prossima correremo sulla pista delle prossime Olimpiadi, per cui sarà fondamentale provare al massimo delle nostre potenzialità per cercare le risposte migliori". Quinto successo stagionale e Coppa del Mondo conquistata in anticipo anche per Christian Oberstolz e Patrick Grueber, che hanno vinto la prova di doppio davanti agli austriaci Peter Penz e Georg Fischler e all'altro equipaggio azzurro: gli iridati Gerhard Plankensteiner e Oswald Haselrieder.

Armin Zoeggeler non si ferma più e grazie al successo di Calgary, il 45/mo della carriera, conquista la sua 8/a Coppa del Mondo di slittino. Si tratta di numeri che, aggiunti ai 2 ori olimpici e ai 5  mondiali, fanno di questo atleta uno dei grandi dello sport internazionale, quelli che come Eddy Merckx, Michael Schumacher,  Michael Jordan e Lance Armstrong non lasciavano nulla ai loro avversari. Due ori olimpici, cinque mondiali, due europei e sette coppe del mondo, lo slittinista azzurro è considerato il 'cannibale' in attività non solo degli sport invernali, ma dello sport italiano. Zoeggeler non finisce quindi di stupire e promette di replicare l'anno prossimo alle Olimpiadi 'bianche' di Vancouver, visto che il Canada sembra portargli fortuna.

Cresciuto a Foiana, roccaforte dello slittino (ma su pista naturale), sono 21 anni che il 35enne carabiniere  altoatesino colleziona successi a raffica: la sua prima Coppa  del mondo juniores la vinse da adolescente, a 14 anni e da quel giorno non ha più smesso. Bronzo olimpico nel 1994 a  Lillehammer, argento nel '98 a Nagano, nel 2002 centrò la  medaglia d'oro a Salt Lake City battendo il fortissimo tedesco  Georg Hackl, vincitore delle tre edizioni precedenti dei giochi olimpici; e fece poi il bis nel 2006 a Torino, dove fu anche il portabandiera azzurro nella cerimonia di chiusura.

L'ultimo trofeo importante prima della Coppa del Mondo  conquistata in Canada (lo scorso fine settimana aveva invece  ottenuto l'argento ai Mondiali di Lake Placid, battuto solo dal  tedesco Loch) Zoeggeler l'ha vinto un anno fa conquistando il  suo secondo titolo europeo sul budello di Cesana-Pariol, lo  stesso dell'oro di Torino 2006. Già il 21 gennaio 2007 ad Altenberg, in Germania, aveva  fissato il nuovo primato assoluto di vittorie individuali in  Coppa del Mondo salendo a quota 34. In precedenza aveva  raggiunto il record di 33, detenuto dal tedesco Georg Hackl e  dall'austriaco Markus Prock, l'uomo che ha vinto 10 Coppe del  Mondo ed ora è nel 'mirino' di Zoeggeler, che insegue anche  questo record. Intanto l'azzurro si e' spinto molto in là ed è  destinato a rimanere nella leggenda.

Tutti i siti Sky