08 marzo 2009

Nuoto, Pellegrini: record del mondo nei 200 sl

print-icon
fed

Straordinaria prova di forza della Pellegrini nei 200 stile a Riccione

Fantastico exploit della veneta a Riccione: nuovo primato in 1'54"47 a soli due giorni dalla crisi di panico che le aveva impedito di scendere in vasca per i 400 sl con dedica speciale: "E' per tutte le donne, gli ultimi tempi sono stati difficili"

Exploit di Federica Pellegrini, due giorni dopo l'ennesimo episodio di panico in vasca: l'azzurra ha infatti stabilito il nuovo primato del mondo dei 200 stile libero donne, nuotando agli Assoluti primaverili di Riccione in 1'54"47.

"Sono affezionata ai miei primati: questo però stupisce anche me, non pensavo di scendere così tanto sotto il record fatto alle Olimpiadi. Il tempo sorprende anche me": Federica Pellegrini esprime gioia e serenità dopo avere abbassato ulteriormente il limite mondiale dei 200 stile nella vasca degli Assoluti primaverili di Riccione. "Sto bene - ha detto l'azzurra -. Questo tempo dimostra che l'allenamento e la preparazione sono giusti: qui c'era anche la mia famiglia, il 10 per cento di questo primato è merito loro".

Federica Pellegrini, olimpionica azzurra dei 200 stile libero, ha una fenice tatuata sul collo: e nel giorno del suo nuovo primato del mondo della distanza, dedica la sua impresa alle donne. "E' per tutte le donne: in  particolare, gli ultimi tempi sono stati davvero difficili", ha detto la nuotatrice azzurra, riferendosi evidentemente ai casi di violenza. Pellegrini ha poi spiegato il significato del suo tatuaggio. "L'ho fatto fare a 18 anni, quando vivevo un periodo difficile della mia vita: sono cambiata, e questo è il simbolo della mia rinascita".

"Il segreto di questi record è nel fatto che si uniscono le qualità di una grande campionessa come Federica Pellegrini e di un grande commissario tecnico come Alberto Castagnetti". Il presidente del Coni, Giovanni Petrucci, gioisce per il primato della nuotatrice veneta: "Una prestazione - sottolinea - che arriva in una giornata di grandi soddisfazioni per lo sport italiano, con il successo organizzativo della Fidal di Franco Arese e il record di finali degli azzurri agli euroindoor di atletica".

Il ct del nuoto azzurro Alberto Castagnetti guarda già avanti: "Il record di Federica oggi è strepitoso: ma sono convinto che lei possa essere la prima donna al mondo a scendere sotto il muro dell'1'54"", ha detto il tecnico dell'Italia. Castagnetti ha anche parlato del problema psicologico che aveva frenato nei giorni scorsi, come già a fine 2008, Federica Pellegrini. "Io non ho mai avuto dubbi che riuscirà a risolvere la situazione", ha detto il ct azzurro, che poi ha anche ribadito la sua intenzione di vedere  la primatista mondiale dei 200 stile sulla doppia distanza. "Sul quella distanza abbiamo Alessia Filippi: non sia mai però che le due ragazze vengano messe in contrapposizione", ha detto. "In questo momento - ha concluso il ct - Federica sta nuotando benissimo: la preparazione è per il Mondiale, ma lei è in un momento di grazia. Va sempre più veloce, è per questo che sono convinto possa scendere sotto l'1'54"".

Tutti i siti Sky