Caricamento in corso...
02 maggio 2009

Da Messina a Scilla: lo Stretto a nuoto senza una gamba

print-icon
sal

Salvatore Cimmino, atleta disabile del Circolo Canottieri Aniene di Roma attraverserà a nuto lo Stretto di Messina

Salvatore Cimmino, atleta disabile del Circolo Canottieri Aniene di Roma, scenderà in acqua per la prima tappa del "Giro d'Europa per un mondo senza barriere e senza frontiere". Prossimo appuntamento a Gibilterra

COMMENTA LA NOTIZIA NEI FORUM

L'atleta disabile Salvatore Cimmino, amputato alla gamba destra, del Circolo Canottieri Aniene di Roma, scenderà in acqua domenica a Messina per una traversata a nuoto dello Stretto con approdo a Scilla. L'iniziativa agonistica è la prima tappa del "Giro d'Europa a nuoto per un mondo senza barriere e senza frontiere" che, a seguire, prevede ulteriori appuntamenti nello stretto di Gibilterra (22-30 maggio), Capri-Napoli (20 e 21 giugno), canale della Manica (25 luglio-2 agosto), Copenhagen-Malmo (28 agosto-1 settembre) e maratona in mare da Punta Salvore in Croazia a Trieste il 27 settembre.

Alle 10 (in base alle correnti marine), Cimmino scenderà in acqua a Messina nel tratto di mare antistante la sede della Lega Navale, con arrivo sulla sponda calabrese sotto il castello dei Ruffo, tra le 12:30 e le 13:30. L'atleta, coadiuvato dal Centro Nuoto Sub Villa San Giovanni, sarà assistito dallo staff tecnico del Gruppo sportivo delle  Fiamme Oro di Napoli. Assistenza specialistica sarà garantita,  anche, dal gruppo sommozzatori dei carabinieri con l'ausilio di una motovedetta CC 710. 

"Con questa iniziativa - è detto in un comunicato - Cimmino intende proporre il tema della fruizione dei presidi protesici più all'avanguardia e del mancato aggiornamento del Nomenclatore tariffario, strumento con cui il Servizio sanitario  nazionale fornisce le protesi ai disabili e che non prevede gli strumenti di ultima generazione".

Tutti i siti Sky