Caricamento in corso...
06 maggio 2009

La Astana non paga gli stipendi. Ma Giro non a rischio

print-icon
lan

Lance Armstrong non viene pagato, è ricco di suo, ma la Astana non scuce gli stipendi ai suoi compagni di squadra

Secondo il New York Times la squadra di Lance Armstrong (ricchissimo di suo e non pagato per correre) non versa da mesi gli emolumenti ai ciclisti del team. Colpa della crisi finanziaria che ha colpito anche i giganti del petrolio

La Astana di Lance Armstrong è in crisi finanziaria. La sua partecipazione al Giro d'Italia non è a rischio, ma - come scrive oggi il New York Times - gli effetti della crisi globale hanno toccato in modo significativo anche le casse della Samruk-Kazyna, la società governativa del Kazakhistan che attraverso la compagnia area Air Astana finanzia  l'omonima squadra ciclistica.

Attualmente i corridori non ricevono lo stipendio e - secondo  quanto riporta il quotidiano di New York - il ritardo nei pagamenti continuerà. La crisi, peraltro, non tocca Lance Armstrong, che pur di tornare alle corse ha accettato di correre senza percepire compensi. Il New York Times precisa che l'UCI (Unione Ciclistica Internazionale) ha lasciato aperta la possibilità che la squadra possa venire espulsa dal Giro qualora non rispettasse il  regolamento, che prevede bilanci in attivo da parte di tutte le  squadre.

Tutti i siti Sky