Caricamento in corso...
13 maggio 2009

Boonen, niente Tour e ora rischia 6 mesi di stop

print-icon
tom

Tom Boonen, caduto nella rete della positività

L'ex campione del mondo, a causa della sua nuova positività alla cocaina riscontrata in un controllo al di fuori delle competizioni fatto nei giorni scorsi, sarà sanzionato dall'Uci. E niente Grande Boucle, come conferma Prudhomme

L'ex campione del mondo Tom Boonen rischia una sospensione fino a sei mesi a causa della sua nuova positività alla cocaina riscontrata in un controllo al di fuori delle competizioni fatto nei giorni scorsi. Lo ha comunicato oggi l'Uci, Unione ciclistica internazionale.

"Il comportamento di Boonen - riporta il sito dell'organo mondiale ciclistico - anche se non costituisce una violazione delle regole antidoping, in effetti può essere considerato inaccettabile e lesivo dell'immagine, della reputazione e degli altri interessi del ciclismo o dell'Uci (art. 12.1.005). Questa infrazione è punibile con una sospensione da uno a sei mesi". La Quick Step, squadra del ciclista belga, aveva annunciato sabato la sospensione dell'atleta con effetto immediato dall'attività agonistica.

E' ovviamente impossibile che Tom Boonen possa essere al Tour de France". Christian Prudhomme, direttore della Grande Boucle, ha confermato in una intervista all'Equipe che il ciclista belga sarà escluso per la positività alla cocaina. Nel Tour 2007, Boonen aveva conquistato la maglia verde della classifica a punti.

Tutti i siti Sky