25 maggio 2009

Sastre si candida: ''Qui per vincere''. Ma Di Luca ci crede

print-icon
di_

Danilo Di Luca ci crede ancora: in Abruzzo tutti faranno il tifo per me

Lo spagnolo dopo la vittoria di oggi: "Sapevo di poter fare qualcosa di buono e ci sono riuscito. Sono qui per vincere". L'abruzzese non si da per vinto: "Io ci credo ancora, c'è tutta una regione che farà il tifo per me e darò il massimo"

"Il Giro non è finito, sono qui per vincere". Carlos Sastre avanza la sua candidatura dopo la vittoria nella 16esima tappa. Il corridore spagnolo del team Cervelo è terzo in classifica generale, a 2'19" dalla maglia rosa Denis Menchov.
"Sapevo di poter fare qualcosa di buono e ci sono riuscito. La squadra mi ha aiutato tutto il giorno nella tappa più dura di tutto  il Giro -dice Sastre ai microfoni della Rai-. Ora ci aspettano altre due giornate importanti con le frazioni del Blockhaus e del Vesuvio. Domani abbiamo la possibilità di riposarci, poi vediamo se riusciamo a fare qualcosa".

"Io ci credo ancora. Servirebbe un giorno di crisi per Menchov, ma mi sembra stia molto bene. Menchov ha dimostrato di essere molto forte. Io sono scattato sulla salita finale, ho visto che lui è rimasto a ruota e non ho continuato". Danilo Di Luca occupa la seconda posizione nella classifica generale  del Giro d'Italia dopo la 16esima tappa. Il corridore della Lpr è staccato di 39" dalla maglia rosa, il russo Denis Menchov.
"Se arrivo secondo alla cronometro finale, rimango secondo. Ci sono due tappe importanti", dice al termine della frazione vinta dallo spagnolo Carlos Sastre. "Oggi -dice Di Luca- Sastre ha attaccato perchè poteva farlo, così come poteva farlo Basso. Da mercoledì non potrà più farlo perchè Menchov ed io andremo a prenderlo". Tra due giorni il Giro arriva in Abruzzo: "E' dall'inizio che aspetto questo momento, c'è tutta una regione che farà il tifo per me e darò il massimo".

Tutti i siti Sky