Caricamento in corso...
12 luglio 2009

Tour, Pellizzotti mitico: beffato solo da Fedrigo

print-icon
fed

Il francese Pierrick Fedrigo batte in volata Franco Pellizotti e si aggiudica la nona tappa del Tour de France

L'italiano, in fuga dall'inizio con il francese, arriva 2°. Nona tappa della Grande Boucle, da Saint Gaudens a Tarbes, con la scalata pirenaica del Col d'Aspin e del Tourmalet. Lunedì prima giornata di riposo della Grande Boucle

COMMENTA NEL FORUM DI CICLISMO

RIGUARDA LO SPECIALE GIRO D'ITALIA

COSI' IL TOUR IN DIRETTA SU SKY

TUTTE LE TAPPE DEL TOUR CON IL VIDEO

Franco Pellizzotti
della Liquigas e Pierrick Fedrigo, in fuga assieme sin dai primi chilometri della nona tappa del Tour, protagonisti assoluti di giornata. Assatanato il gruppo degli inseguitori alle loro spalle a 10 km dal traguardo di Tarbes. Ma i due fuggitivi trovano la forza delle giornate speciali. A 3 km dalla fine i secondi di vantaggio sono circa 40. I due ce la fanno, ma trionfa il francese allo sprint, Pellizzotti è secondo, sfinito. Oscar Freire vince la volata del gruppo, Rinaldo Nocentini resta maglia gialla.

Pellizzotti deluso - Sul Tourmalet  l'italiano e il francese sono rimasti da soli. Pellizotti ha scollinato per primo e nei successivi 70 km i due battistrada hanno collaborato riuscendo a tenere a distanza il gruppo della maglia gialla. Pellizotti ha poi impostato alla grande l'ultima curva che immette al rettilineo finale, ma negli ultimi 50 metri della volata non ha trovato la forza necessaria per difendere la prima posizione. "Avremmo meritato entrambi di vincere, sapevo che lui era più veloce e ho provato a sorprenderlo, ma probabilmente ha vinto il migliore. Sono uscito dalla classifica perché voglio vincere una tappa e ci riproverò", ha assicurato Pellizotti.

Il signore in giallo - Rinaldo Nocentini ha così vestito la maglia gialla per il terzo giorno consecutivo, riuscendo ad approdare da leader al primo giorno di riposo del Tour de France. "Oggi è andata un po' meglio di ieri", ha detto il ciclista di Montevarchi al termine della nona tappa, che ha portato a Tarbes, ai piedi dei Pirenei: "Speravo che la giornata andasse un po' meglio - ha ammesso - ma ora posso godermi la maglia nel giorno di riposo, poi cercherò di tenerla per qualche altro giorno. Sulla carta potrei passare altri tre o quattro giorni in testa alla classifica generale".

La tappa del Tourmalet -
Oggi alla Grande Boucle era un'altra tappa impegnativa dopo i 176.5 km da Andorra Le Vella a Saint-Girons: toccava ai 160,5 km da Saint Gaudens a Tarbes con il Col d'Aspin e  i 2115 metri del Col du Tourmalet, la leggenda del Tour de France. Rinaldo Nocentini, il leader della classifica generale, alla vigilia aveva ammesso di voler prolungare il suo sogno.

Ordine d'arrivo nona tappa:
1. Pierrick Fedrigo (Fra) Bouygues Telecom
2. Franco Pellizotti (Ita) Liquigas, stesso tempo;
3. Oscar Freire (Spa) Rabobank, +34";
4. Serguei Ivanov (Rus) Katusha, stesso tempo;
5. Peter Velits (Svk) Milram, st;
6. Josè Joaquin Rojas (Spa) Caisse d'Epargne, st;
7. Greg Van Avermaet (Bel) Silence Lotto, st;
8. Geoffroy Lequatre (Fra) Agritubel, st;
9. Alessandro Ballan (Ita) Lampre, st;
10. Nicolas Rochas (Irl) Ag2R, st.

Classifica generale:

1. Rinaldo Nocentini (Ita) AG2R-La Mondiale, 25h44'32";
2. Alberto Contador (Spa) Astana, a 06";
3. Lance Armstrong (Usa) Astana, a 08";
4. Levi Leipheimer (Usa) Astana, a 39";
5. Bradley Wiggins (Gbr) Garmin-Slipstream, a 46";
6. Andreas Kloeden (Ger) Astana, a 54";
7. Tony Martin (Ger) Team Columbia-High Road, a 1'00";
8. Christian Vande Velde (Usa) Garmin-Slipstream, a 1'24";
9. Andy Schleck (Lux) Team Saxo Bank, a 1'49";
10. Vincenzo Nibali (Ita) Liquigas, a 1'54".

Tutti i siti Sky