21 luglio 2009

Il 15enne Daley è oro nei tuffi. 5 km di fondo: Ferretti 4°

print-icon
nuo

Ancora una medaglia di legno per gli azzurri: nel fondo Ferretti è quarto

Ai Mondiali di Roma il britannico è primo nella piattaforma 10 metri. L'azzurro invece è rimasto giù dal podio nella 5 km del nuoto di fondo. Vittoria per il tedesco Lurz. Nella prova femminile titolo alla Gorman. Setterosa sconfitto 8-5 dall'Ungheria

COSI' I MONDIALI DI ROMA IN TV SU SKY

Il 15enne britannico Thomas Daley ha conquistato la medaglia d'oro nella piattaforma 10 metri nei Mondiali di nuoto in corso a Roma con il punteggio di 539,85. Alle sue spalle i due cinesi, Bo Qiu, argento con 532,20 e Luxin Zhou, bronzo con  530,55. Fuori dal podio l'australiano Matthew Mitcham, campione olimpico a Pechino nella specialità, quarto con 529,50.

L'australiana Melissa Gorman ha vinto invece a Ostia l'oro nella 5 km, gara di esordio del nuoto di fondo ai Mondiali di Roma '09. La medaglia d'argento è andata alla campionessa olimpica Larisa Ilchenko; a chiudere il podio la brasiliana Okimoto. La prima delle azzurre, Rachele Bruni, si è piazzata al decimo posto; 17.a l'altra italiana Giorgia Consiglio. Nella prova maschile, invece, il tedesco Thomas Lurz ha vinto l'oro con il tempo di 56'27". L'argento è andato al greco Spyridon Giannotis, davanti al sudafricano Chad Ho. Ennesimo quarto posto per l'Italia che si è piazzata ai piedi del podio con Luca Ferretti. Dodicesimo l'altro azzurro in gara Simone Ruffini.

Quinto posto per l'Italia nella finale del duo tecnico del sincro. Beatrice Adelizzi e Giulia Lapi hanno chiuso alle spalle della Russia, che conquista l'ennesimo oro del nuoto sincronizzato, davanti alla Spagna, argento e alla Cina, bronzo. Quarto posto per il Giappone.

Prima sconfitta per il Setterosa nel torneo femminile dei Mondiali di pallanuoto di Roma 2009. Le azzurre sono state rimontate e sconfitte per 8-5 dall'Ungheria in un match valido per la seconda giornata del Gruppo A. L'Italia ha giocato buona parte dell'incontro senza il centroboa Elisa Casanova, costretta ad uscire per una ferita allo zigomo sinistro. Nel match d'esordio le azzurre del Ct Roberto Fiori avevano travolto l'Uzbekistan, battuto nettamente oggi anche dalla Cina. L'Ungheria, che al debutto aveva sconfitto la Cina, è invece a punteggio pieno. Giovedì alle 21 il Setterosa tornerà in piscina per la fondamentale sfida con la selezione cinese, decisiva ai fini della qualificazione.

Tutti i siti Sky